Champions League: l’Atletico centra gli ottavi, Icardi apre la festa del PSG

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:01
Champions League: l'Atletico centra gli ottavi, Icardi apre la festa del PSG
Champions League: l’Atletico centra gli ottavi, Icardi apre la festa del PSG

La qualificazione dell’Atalanta, che vince in Ucraina mentre il Manchester City domina 4-1 la Dinamo Zagabria, prelude all’ultimo verdetto della fase a gironi di Champions League. L’Atletico Madrid domina il Lokomotiv Mosca più di quanto il 2-0 potrebbe suggerire ed è l’ultima a qualificarsi per gli ottavi.

L’Atletico domina il Lokomotiv e vola agli ottavi

Dopo un minuto Kochenkov stende in area Joao Felix, che in area si inserisce nel nulla della difesa russa poi cancella l’errore. Devia infatti sul palo il rigore di Trippier. Ma nulla può sul secondo penalty della serata: lo segna al 17′ Joao Felix, che in campo fa quel che vuole. Notevole un’azione personale al 37′ anche se poi non prende la porta. Il VAR annulla un gol a Morata, ma l’Atletico domina. Il Lokomotiv non vede la palla praticamente mai nel primo tempo: 48 i passaggi completati contro i 224 degli spagnoli. Felipe, con un gran gol al volo, raddoppia e di fatto spinge i Colchoneros agli ottavi.

Poker del City, l’Atalanta fa festa

Il Manchester City batte 4-1 la Dinamo Zagabria e supera i 500 gol nella gestione Guardiola. Olmo porta subito avanti la Dinamo Zagabria che nel girone aveva vinto solo contro l’Atalanta 4-0 nella prima giornata grazie a Mislav Oršić, primo a segnare una tripletta per una squadra croata in Champions.

Poi però di accende Gabriel Jesus che pareggia al 34′ con un colpo di testa semplice che lo porta nella storia. E’ il brasiliano più giovane a raggiungere i 10 gol in Champions League, a 22 anni e 252 giorni: battuto anche Neymar. Poi ci prende gusto e nel secondo tempo ne segna altri due. Poi Foden, in gol anche all’andata, completa il poker. L’Atalanta fa festa: è la seconda squadra a passare un girone di Champions League dopo aver perso le prime tre partite del girone (ci riuscì il Newcastle nella prima fase a gironi del 2002-03, qualificandosi per la seconda fase a gruppi).

Le altre partite

Il Bayern Monaco supera 3-1 il Tottenham, già sicuro comunque di passare come seconda del girone. Rispetto all’andata sono cambiati entrambi gli allenatori: in Champions non succedeva da Bayern-Anderlecht del 2017-18. Lewandowski è in panchina, c’è invece Coman che sblocca la partita. Pareggia Ryan Sessegnon, il più giovane marcatore degli Spurs in Champions. Nel finale del primo tempo torna avanti il Bayern con il tap-in di Thomas Muller. Coutinho fa di tutto per segnare, e alla fine ci riesce: gran tiro al 64′, ko gli Spurs di Mourinho. Prosegue in Europa League l’Olympiakos che batte 1-0 la Stella Rossa. I serbi sbagliano un rigore nel primo tempo con Tomané. All’86’ non sbaglia invece El Arabi: ma è clamorosa l’ingenuità di Jander, entrato da poco, che intercetta un cross di mano e condanna i suoi.

Il Paris Saint Germain, pur con una squadra sperimentale, risolve già nel primo tempo la partita contro il Galatasaray, dominato 5-0. I turchi non contengono Neymar che firma i due assist per l’uno-due decisivo tra il 32′ e il 35′. Apre Icardi, al quinto gol nelle ultime cinque partite in Champions League, raddoppia Sarabia. Arriva anche il momento di O’Ney che firma il 3-0. Per la nona volta in Champions Neymar completa un match con almeno un gol e un assist: solo Lionel Messi (10) e Cristiano Ronaldo (11) ci sono riusciti più volte. Alla festa partecipano anche Mbappé e Cavani, su rigore.

Il Real Madrid chiude secondo nel gruppo A, alle spalle del PSG. I Blancos, che chiudono in casa del Bruges la fase a gironi, sbloccano al 53′ con un esterno al volo da applausi di Rodrygo. Ma due minuti dopo concedono a Bonaventure lo spazio per infilarsi e ispirare Vanaken che pareggia col primo gol stagionale in Europa dopo i 9 nel campionato belga. Il Bruges si arrende all’altro baby prodigio brasiliano Vinicius ma va in Europa League. Il fotogramma di chiusura è il perfetto tiro a giro di Modric per il 3-1.

Leggi anche – Champions League, le qualificate agli ottavi