Calcioscommesse Serie C: minacce di morte a un giocatore del Monza. Inchiesta aperta

Calcioscommesse Serie C: minacce di morte a un giocatore del Monza. Inchiesta aperta
Calcioscommesse Serie C: minacce di morte a un giocatore del Monza. Inchiesta aperta

Ancora calcioscommesse e inquietanti notizie che arrivano, in particolare, dalle serie minori. Questa volta un’inchiesta è stata aperta in Serie C, dopo una denuncia del Monza, il club lombardo di proprietà di Silvio Berlusconi. La denuncia è stata fatta ai carabinieri di Alessandria per le minacce di morte nei confronti di un proprio calciatore: l’obiettivo era la sconfitta del Monza nella partita contro la Juventus di Serie C.

Minacce di morte a un calciatore per perdere contro la Juventus

​Secondo le notizie diffuse da Radio Gold, il calciatore ha ricevuto un messaggio sul proprio smartphone con minacce di morte nel caso in cui il Monza non avesse perso contro la Juventus: “Sei messo sotto tiro. Il mio è un lavoro, ti avviso, devi perdere la partita… sappiamo il tuo indirizzo e tutto. Abbiamo scommesso 250mila euro. Ci sono albanesi e calabresi avvisa tutta la difesa che la partita si deve perdere al 1000% perché se per puro caso salta ti puoi considerare un morto che cammina e puoi anche andare a denunciare e peggio ancora sarai scannato”. Queste le pesanti minacce ricevute dal calciatore, il quale si è rivolto ai dirigenti della sua società che hanno subito proceduto a sporgere denuncia. Il calciatore è stato rassicurato e messo sotto tutela, mentre i carabinieri sono risaliti alla persona che ha inviato i messaggi. Lo scommettitore si procurava i numeri di telefono attraverso i profili social di alcuni calciatori e tentava queste estorsioni tramite minacce. Messaggi analoghi sono stati inviati anche a giocatori della Pro Vercelli e della Viterbese.

Leggi anche – Calcioscommesse, nuova inchiesta a Catania: truccate cinque gare di Serie A nel 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *