Ascoli, Ulivieri su Stellone: “Esonerato e non pagato, fuori dalle norme”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31

Il presidente dell’Associazione Allenatori, Renzo Ulivieri, ha definito “un caso anomalo” la scelta dell’Ascoli di esonerare il tecnico Stellone senza continuare a pagarlo.

Ascoli, Ulivieri su Stellone: "Esonerato e non pagato, fuori dalle norme"
Ascoli, Ulivieri su Stellone: “Esonerato e non pagato, fuori dalle norme”

La decisione dell’Ascoli, che ha esonerato il tecnico Stellone nel pieno dell’emergenza coronavirus, è “un caso anomalo”. Parola di Renzo Ulivieri, presidente dell’Assoallenatori che ha già annunciato il suo sostegno a Stellone nel prevedibile contenzioso legale tra l’allenatore e il club.

Ulivieri e l’AIAC temono che l’emergenza Covid-19 possa “portare a una forzatura dei regolamenti“. Quello di Stellone sembra un esonero senza pagamento. Anche nel comunicato diffuso dal club si fa riferimento agli stipendi elevati per Stellone e per il suo staff, licenziato come il tecnico che aveva firmato il contratto lo scorso 2 febbraio. Un accordo valido fino al 30 giugno 2021.

Leggi anche – Stellone licenziato dall’Ascoli senza allenare: stipendio troppo alto

Ulivieri: “Decisione fuori dalle norme”

Renzo Ulivieri, presidente dell'AIAC, ha manifestato il suo sostegno a Stellone
Renzo Ulivieri, presidente dell’AIAC, ha manifestato il suo sostegno a Stellone

Per Ulivieri, si tratta di “un esonero unilaterale perché ha deciso la società di chiudere il rapporto. Se è così, mi sembra un po’ fuori dalla realtà delle norme. Ok l’esonero, però di solito il rapporto contrattale rimane, qui invece si smette di pagare lo stipendio” sottolinea all’agenzia ANSA. “Mi sembra non sia percorribile questa strada. Anche in una situazione di emergenza generale come quella che stiamo vivendo, non si possono forzare le norme“.

Il presidente dell’AIAC ha fatto riferimento anche alle indicazioni della FIFA che ha invitato i club a trovare formule eque, proprio in questa fase in cui i club stanno cercando di ridurre i costi attraverso accordi con i calciatori per la riduzione degli ingaggi. “Abbiamo visto da noi l’esempio della Juventus, ma all’estero anche si stanno muovendo così, si veda il Barcellona. Comunque se Stellone avrà bisogno di una mano, noi dell’Assoallenatori ci siamo“.

Leggi anche – Coronavirus, ESCLUSIVO Ulivieri: “Uno sfregio se la Uefa non rinvia gli Europei. Sullo scudetto…”