Manchester City, ottimismo per sentenza TAS: la posizione del club

Il Manchester City si mostra fiducioso, secondo quanto scrive il Telegraph, sull’esito dell’udienza al TAS. Il club confida che i giudici cancellino la squalifica per due anni dalle coppe europee

Manchester City, ottimismo per sentenza TAS: la posizione del club
Manchester City, ottimismo per sentenza TAS: la posizione del club

Il Manchester City si prepara a uno dei giorni più importanti della sua storia. Domani, lunedì 8 giugno, inizia al TAS di Losanna l’udienza contro l’esclusione di due anni dalle coppe europee per violazione delle norme sul fair play finanziario. Il club, secondo quanto riferisce il Telegraph, mostra fiducia. L’amministratore delegato Ferran Soriano, scrive il quotidiano britannico, insiste che il City mostrerà “prove inoppugnabili” della sua innocenza.

Il club, ritenuto colpevole dalla UEFA lo scorso novembre, ha perso in appello a febbraio ed è stato per questo sospeso per due anni dalle coppe. Una sanzione che si aggiunge a una multa da 30 milioni di euro per violazioni dei regolamenti del fair play finanziario. Soriano ha da subito professato l’innocenza del club e da allora non ha cambiato posizione.

Leggi anche – Manchester City atteso dal Tas: cosa rischia per il fair play finanziario

Manchester City, le tappe dell’inchiesta

Manchester City, ottimismo per sentenza TAS: la posizione del club
Manchester City, ottimismo per sentenza TAS: la posizione del club

L’indagine che ha portato alla squalifica è nata da una serie di documenti e di email pubblicati dal settimanale tedesco Der Spiegel nel 2018. L’inchiesta è prima puramente giornalistica, e si concentra sull’escamotage delle sponsorizzazioni che porterebbero ad aggirare le norme sul fair play finanziario. Al centro c’è Etihad, di proprietà di due familiari dello sceicco Mansour, proprietario del City.

Quattro mesi dopo, inizia a indagare anche la UEFA, che il club ha accusato di scarsa parzialità nel corso del procedimento.

Il verdetto, se dovesse confermare la squalifica, è destinato ad avere un impatto forte sul futuro del club. Le principali stelle potrebbero lasciare la squadra, anche se Pep Guardiola ha annunciato che rimarrà in ogni caso, e la corsa alla prossima Champions League si allargherebbe alla quinta classificata in Premier League.

Il Manchester City, ormai senza obiettivi in campionato, è ancora in corsa per vincere questa edizione della Champions League, dopo il successo per 2-1 nell’andata degli ottavi contro il Real Madrid.

Leggi anche – Manchester City, lo sceicco Al Mansour vicino all’acquisto di un nono club

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *