Arthur-Pjanic, ci siamo quasi: l’affare deve concludersi il 30 giugno

La Juventus si prepara a chiudere la trattativa che dovrebbe portare Arthur Melo in bianconero e Miralem Pjanic al Barcellona. L’affare si deve chiudere entro fine mese, gli sviluppi dell’affare e i motivi dell’accelerata.

Arthur-Pjanic, si può chiudere a breve: trattativa in discesa tra Juve e Barça (Getty Images)
Arthur-Pjanic, si può chiudere a breve: trattativa in discesa tra Juve e Barça (Getty Images)

Lo scambio Pjanic-Arthur sembrerebbe essere davvero in dirittura d’arrivo: la Juventus e il Barcellona stanno facendo il possibile affinché la trattativa vada a buon fine. Il brasiliano in bianconero e il bosniaco in blaugrana: contenti tutti, o quasi. Infatti, il centrocampista del Barcellona avrebbe mostrato qualche reticenza a lasciare la Spagna. Tuttavia il suo entourage fa sapere che le reticenze iniziali del brasiliano stanno via via scemando.

Arthur-Pjanic, trattativa fra Juventus e Barcellona in dirittura d’arrivo

Juventus, per Arthur si può chiudere entro fine mese (Getty Images)
Juventus, per Arthur si può chiudere entro fine mese (Getty Images)

Questo significa che Torino è più vicina. Dal punto di vista delle cifre, Arthur alla Juventus andrebbe a guadagnare una cifra pari a 5 milioni e mezzo di euro: ingaggio, di fatto, triplicato rispetto allo stipendio attualmente percepito dalle parti del Camp Nou. Senza contare i bonus. Aspetto questo che non poteva essere trascurato a lungo: allora quei no sono cominciati a diventare forse e, recentemente, hanno lasciato il posto ad un assenso che è in procinto di concretizzarsi.

Leggi anche – Napoli, Koulibaly verso l’addio: offerte da due top club d’Europa

La trattativa, infatti, si può chiudere entro fine giugno. Termine entro cui i catalani sono obbligati a iscrivere l’operazione a bilancio per evitare di chiudere fortemente in negativo l’esercizio economico. Il tempo necessario affinché anche Pjanic risolva la situazione in merito ad alcune mensilità congelate con i bianconeri, poi si passerà alla formalizzazione dell’affare dalle cifre importanti e sostenute di cui non si fa altro che parlare da settimane. Del resto, con due giocatori così, i numeri non si danno solo in campo. L’operazione avrebbe dovuto includere anche Mattia De Sciglio, ma il Barça non è convinto del giocatore. Ora, poi, alle prese con l’infortunio, è più facile che resti a Torino. Mentre a fare le valigie (ormai l’abbiamo capito) saranno altri.

Leggi anche – Calciomercato Milan, colpo dal Salisburgo: garantisce Rangnick 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *