“Arthur alla Juve è una riserva”, l’ex dirigente critica scambio con Pjanic

Luciano Moggi critica le scelte di mercato della Juventus, in particolare il possibile scambio tra Pjanic e Arthur che non convince l’ex dirigente bianconero.

Juventus Arthur
Arthur Barcellona (Getty Images)

La Juventus esce vincitrice dalla 27a giornata di Serie A. Il successo a Bologna (0-2), seguita dai passi falsi di Lazio e Inter permette alla squadra di Sarri di allungare nella corsa scudetto. Un’ottima notizia dopo giorni di polemiche per la sconfitta in finale di Coppa Italia, che avrebbe creato tensioni tra l’allenatore e alcuni giocatori. La classifica di campionato però, orma da quasi un decennio, continua a dare ragione alla squadra bianconera che va avanti per la sua direzione nonostante i processi e qualche fatica di troppo.

Intanto sul fronte mercato, la società continua a portare avanti lo scambio Pjanic-Arthur con il Barcellona. L’operazione, dopo una brusca frenata, ha ripreso slancio e sarebbe addirittura vicino alla chiusura. I contatti proseguono senza sosta e l’accordo definitivo potrebbe anche arrivare prima del 30 giugno per questioni di bilancio. Una trattativa, in attesa della fumata bianca, non condivisa da alcuni ex esponenti della Juventus come Luciano Moggi che ha espresso tutti i suoi dubbi ai microfoni di Radio Bianconera.

Ti potrebbe anche interessare – Juventus, duro confronto Buffon-Ronaldo: cosa è successo

Juventus, Moggi contrario allo scambio Pjanic-Arthur: la dura accusa

Moggi Arthur
Luciano Moggi (Getty Images)

Non tutti i tifosi della Juventus sono favorevoli allo scambio tra Pjanic e Arthur, il classe ’96 brasiliano del Barcellona. Tra quelli contrariati c’è anche Luciano Moggi che critica questa scelta di mercato: “Sarà anche una plusvalenza importante, ma io preferisco tenermi Pjanic. A livello tecnico Arthur è inferiore: un buon giocatore che andrebbe bene come riserva”, le parole rilasciate nel corso di “Cose di Calcio”.

L’operazione non sarebbe così vantaggiosa, confrontando il valore dei due giocatori: “Non credo che Arthur venga a fare il titolare. Non porta niente di nuovo all’attuale centrocampo e non migliora la rosa a disposizione di Sarri. Se è una scelta dell’allenatore però mi porta a pensare che resti sulla panchina anche l’anno prossimo”, ha chiosato l’ex dirigente bianconero. Una pesante accusa che sicuramente non lascerà indifferenti e infuoca ancora di più la situazione.

Leggi anche – Juventus, l’offerta per Arthur: Pjanic più conguaglio. Le cifre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *