Hakimi all’Inter è ufficiale: costo, ingaggio e durata del contratto

Hakimi è un calciatore dell’Inter, è arrivata anche l’ufficialità. Lo confermano sul sito ufficiale il Real Madrid e l’Inter

Hakimi all'Inter è ufficiale: costo, ingaggio e durata del contratto
Hakimi all’Inter è ufficiale: costo, ingaggio e durata del contratto

Mancava solo l’ufficialità, ed è arrivata. Achraf Hakimi è un giocatore dell’Inter. Lo annuncia il Real Madrid con una nota sul suo sito ufficiale. Marocchino classe 1998, arriva all’Inter a titolo definitivo. Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2025.

“Il club vuole ringraziare Achraf per tutti questi anni di dedizione, professionalità e comportamento esemplare” ha scritto il real Madrid. L‘esterno è entrato nelle giovanili delle merengues nel 2006. Nelle ultime due stagioni è esploso con il Borussia Dortmund, in Bundesliga e in Champions League. Ha segnato tre reti in 28 presenze l’anno scorso, 9 in 45 presenze nel campionato che i gialloneri hanno appena concluso centrando un posto nella prossima Champions. L’Inter gli ha offerto un contratto quinquennale a 5 milioni a stagione.

Hakimi nasce come terzino destro, ma ha giocato anche da centrocampista e da esterno sinistro. Tecnico, particolarmente utile in fase di spinta, gioca di fatto a tutta fascia. E’ un valore aggiunto negli ultimi trenta metri anche grazie al tiro potente, in movimento e da fermo, e alla visione di gioco.

Leggi anche – Hakimi all’Inter: i retroscena sul rifiuto Bayern Monaco e City

Hakimi, la carriera del neo acquisto dell’Inter

Hakimi, la carriera del neo acquisto dell'Inter
Hakimi, la carriera del neo acquisto dell’Inter

Dopo le giovanili e l’esperienza al Castilla, la squadra B, ha debuttato in prima squadra al Real Madrid contro l’Espanyol nell’ottobre del 2017. Due settimane dopo, contro il Tottenham, ha esordito in Champions League. La vincerà, pur non essendo in campo il giorno della finale. Il marocchino ha segnato il primo gol da professionista il 9 dicembre 2017, in un Real Madrid-Siviglia 5-0. In quella prima stagione “tra i grandi” gioca 17 partite, segna due gol e vince anche il Mondiale per Club.

Il passaggio al Borussia Dortmund lo porta a giocare con grande continuità. Si regala la prima doppietta, il 2 ottobre 2019 contro lo Slavia Praga in UEFA Champions League. Si è ripetuto in questa stagione, proprio nella rimonta contro l’Inter, la sua prossima squadra.

Punto di riferimento in Nazionale, con cui ha disputato i Mondiali 2018 e la Coppa d’Africa 2019, può rappresentare la vera svolta per alzare il livello dell’Inter sulle fasce, dove le squadre di Conte costruiscono i loro successi.

Leggi anche – Inter, Hakimi è nerazzurro: firmato, attesa per l’ufficialità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *