Serie A, ritorno tifosi allo stadio: la proposta di Pregliasco

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha detto la sua riguardo alla possibile riapertura degli stadi di Serie A ai tifosi. Il docente di Igiene e medicina preventiva all’Università Statale di Milano e Direttore Sanitario dell’Istituto Galeazzi ha una proposta ben precisa e capillare. L’intervento ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

Apertura stadi, Pregliasco azzarda un'ipotesi (Getty Images)
Apertura stadi, Pregliasco azzarda un’ipotesi (Getty Images)

Tiene ancora banco il dibattito sulla possibile riapertura degli stadi in Serie A. Se ormai questo campionato sembra avviarsi verso una conclusione senza alcun tipo di pubblico, come prevedono i protocolli preventivi, per il futuro non è così utopistico pensare di riaprire i cancelli ai tifosi che vorranno sicuramente riappropriarsi di una sana abitudine – come quella di seguire la propria squadra del cuore – esattamente come facevano prima dello scoppio della pandemia e il successivo lockdown.

Leggi anche – Serie A, tifosi allo stadio: apertura del CTS e possibili sviluppi a luglio

Serie A, tifosi allo stadio: l’iter da seguire secondo il virologo Pregliasco

Serie A, Pregliasco sulla riapertura degli stadi ai tifosi in Serie A (Getty Images)
Serie A, Pregliasco sulla riapertura degli stadi ai tifosi in Serie A (Getty Images)

Lo spiraglio di possibilità menzionato dalla Lega Calcio viene parzialmente smentito dal virologo Fabrizio Pregliasco che, intervenuto a Radio Punto Nuovo, in qualità di docente di Igiene e medicina preventiva all’Università Statale di Milano e Direttore Sanitario dell’Istituto Galeazzi, ha sottolineato: “Non è facile attuare una riapertura degli stadi soprattutto in merito all’organizzazione e all’attenzione dei tifosi che potrebbero non rispettare completamente le regole preventive di distanziamento sociale imposte dai protocolli. Tuttavia, nel nostro Paese la situazione è migliorata: abbiamo soltanto una serie di focolai in diverse zone del nostro territorio a causa di tre aspetti principali come degrado sociale, lavori a rischio e persone provenienti dall’estero – ha specificato Pregliasco – sfidare la fortuna oggi non è opportuno. Si potrebbe, eventualmente, pensare ad una riapertura parziale degli impianti seguendo l’iter della Lega autorizzando, semmai, l’accesso alla sola squadra di casa”, ha concluso il virologo.

Leggi anche – Serie A, riapertura stadi: la richiesta della Lega al Governo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *