La Serie A è terra per giovani: i gol più precoci del campionato 2019-20

La serie A 2019-20 ha celebrato tanti giovani gioielli al primo gol in Serie A. Scopriamo la top 10 dei più precoci ad aver realizzato la prima rete in questa stagione

La Serie A è terra per giovani: i gol più precoci del campionato
La Serie A è terra per giovani: i gol più precoci del campionato

Nella stagione di Immobile e Cristiano Ronaldo, capaci di finire con più di 30 gol, nell’anno del ritorno di Zlatan Ibrahimovic nel cuore dei tifosi del Milan, il campionato italiano ha scoperto anche quattordici under 21 al primo gol in Serie A. Il primato è di Amad Traoré, il primo calciatore nato nel 2002 a segno in Serie A, al centro di una vicenda di presunti falsi ricongiungimenti familiari. C’era anche lui tra i marcatori dell’Atalanta nel 7-1 all’Udinese alla nona giornata. Esterno mancino, parte prevalentemente da destra. Particolarmente apprezzato dal Papu Gomez, è diventato il quattordicesimo marcatore più precoce nella storia del campionato a 17 anni e 107 giorni. In testa a questa speciale classifica Amedeo Amadei, simbolo della Roma degli anni Trenta, che l’ha realizzato a 15 anni e 287 giorni.

Sebastiano Esposito, promosso da Conte come prima alternativa a Lukaku e Lautaro nella prima parte di stagione, ha festeggiato il primo centro nel 4-0 dell’Inter al Genoa alla 17ma giornata. Un regalo anticipato, a pochi giorni da Natale. A a 17 anni e 172 giorni, Esposito supera Mario Balotelli. E’ il più precoce a giocare titolare con l’Inter negli anni Duemila.

E’ cresciuto nell’Inter anche Andrea Papetti, difensore del Brescia che ha riacceso le speranze salvezza della squadra di Lopez. Inserito dall’Equipe tra i migliori under 18 d’Europa, ha segnato nel 2-0 al Verona a 18 anni e 2 giorni.

All’andata, era stato il turno di Eddie Salcedo, che apre il 2-1 del Verona a 18 anni, 1 mese e 3 giorni. E si commuove. E’ la partita della “pallonata” di Balotelli contro i tifosi, colpevoli di insulti razzisti. La sconfitta costerà l’esonero a Corini.

Leggi anche – Serie A, i numeri del campionato 2019/20: le statistiche più interessanti

Serie A, i gol precoci: Juwara commuove, Askildsen sorprende

Serie A, i gol precoci: Juwara commuove, Askildsen sorprende
Serie A, i gol precoci: Juwara commuove, Askildsen sorprende

Ha commosso tutti la storia di Musa Juwara del Bologna, protagonista del 2-1 in casa dell’Inter che ha causato lo sfogo di Mihajlovic contro Fabio Caressa. Il gambiano, come in una storia da romanzo, è arrivato in Italia su un barcone quattro anni fa. A 18 anni, 6 mesi e 9 giorni, la sua vita cambia completamente.

Nella top 10 dei marcatori precoci, anche Dejan Kulusevski (19 anni, 5 mesi e 5 giorni, primo gol in Parma-Torino 3-2) e Sandro Tonali, due dei pezzi pregiati del mercato. Già acquistato dalla Juve per 40 milioni in primo, vicino all’Inter il secondo. Hamed Junior Traoré, ottavo in graduatoria, è una delle tante belle scoperte del Sassuolo di De Zerbi. Ma non sarebbe il fratello dell’Amad dell’Atalanta come invece dichiarato nei documenti.

Chiudono la top 10 dei bomber precoci due gioiellini “scoperti” nelle ultime settimane. Si tratta di Kristoffer Askildsen, che ha illuminato con un gran gol la sfida contro il Milan alla penultima giornata, servito solo a rendere meno pesante il 4-1 dei rossoneri, e di Wilfried Stephane Singo del Torino che non ha evitato il 3-2 della Roma alla penultima giornata.

Leggi anche – Juve, Cristiano Ronaldo celebra lo scudetto e svela il suo futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *