Serie A, i numeri del campionato 2019/20: le statistiche più interessanti

E’ l’anno dei bomber in Serie A. Immobile vince la Scarpa d’Oro, Cristiano Ronaldo supera i 30 gol. Ibrahimovic continua a battere primati al Milan. Tutti i numeri della stagione

Serie A, i numeri della stagione: i record di Ibrahimovic e Immobile
Serie A, i numeri della stagione: i record di Ibrahimovic e Immobile

La Serie A 2019-20 va in archivio con il nono scudetto consecutivo della Juventus, il primo da allenatore per Maurizio Sarri, che a 61 anni è il più anziano tecnico a conquistare il tricolore nella storia del campionato a girone unico. Ma, come segnalano i dati Opta, per la prima dal successo del Milan nel 2003-04, in Serie A si impone una squadra che non ha né il miglior attacco, né la miglior difesa.

La Juve ha rivelato una certa fragilità, come dimostrano i 21 punti persi da una situazione di vantaggio, che diventa il nuovo primato per una squadra scudettata: battuto per un punto il precedente record della Roma 1982-83. Ma dal 2011 ad oggi, nel corso della serie di nove trionfi consecutivi, i bianconeri di punti ne hanno ottenuti 810, 90 a stagione di media. Segue il Napoli, secondo, con 677.

Spiccano nella marcia bianconera i 31 gol di Cristiano Ronaldo. Nella storia della Juventus, solo Felice “Farfallino” Borel ha fatto meglio (32). Era un un altro periodo di dominio, il quinquennio d’oro: correva la stagione 1933-34.

Al primo anno da tecnico dell’Inter, Conte ha eguagliato gli 82 punti della squadra del Triplete, stagione 2009-10. In tutte le precedenti occasioni in cui aveva ottenuto almeno 79 punti in Serie A, da quando la vittoria ne vale tre, l’Inter finora aveva sempre vinto lo scudetto.

Leggi anche – Juventus, il cammino per il nono scudetto: le cinque partite decisive – Video

Serie A: Immobile Scarpa d’Oro, Ibrahimovic fa ancora 50

Serie A: Immobile Scarpa d'Oro, Ibrahimovic fa ancora 50
Serie A: Immobile Scarpa d’Oro, Ibrahimovic fa ancora 50

Resta qualche rimpianto alla Lazio, che suo malgrado si ritrova con un primato di cui, siamo certi, avrebbe volentieri fanno a meno. E’ infatti la squadra che ha ottenuto più punti in una singola stagione in A, 78, senza arrivare tra le prime tre (come spiega Opta, senza considerare però le penalizzazioni). Festeggia però Ciro Immobile, che eguaglia il record di 36 gol di Higuain e vince la Scarpa d’Oro, terzo italiano nell’albo d’oro dopo Luca Toni e Francesco Totti.

La seconda parte del campionato, dopo il lockdown, ha visto emergere il Milan di Pioli imbattuto nelle ultime dodici giornate. Ai rossoneri non succedeva dal 1991-92, con Capello in panchina. L’attacco ha fatto la differenza. Non a caso questa è solo la quinta stagione in cui il Milan ha segnato per almeno venti partite di fila nella sua storia. E gol vuol dire Zlatan Ibrahimovic, il più anziano in Italia ad aver raggiunto la doppia cifra in un solo campionato e il primo a toccare le 50 reti sia per l’Inter sia per il Milan nella Serie A a girone unico.

Ma è stata anche la stagione di Gigi Donnarumma, il portiere dei cinque maggiori campionati europei che ha  parato più rigori in stagione (5) considerando tutte le competizioni.

Menzione speciale anche per Edin Dzeko. Il bosniaco è il quarto giocatore della Roma a segnare più di 15 gol in tre campionati di Serie A distinti, dopo Volk, Manfredini e Amadei.

Al Lecce, infine, per salvarsi non bastano i 14 gol di Marco Mancosu e i 10 di Gianluca Lapadula. I giallorossi vantano due giocatori in doppia cifra in un singolo campionato per la prima volta dal 2004-05. Allora ci arrivarono Mirko Vucinic (19) e Valeri Bojinov (11). Ma pesa la peggior difesa.

Leggi anche – Serie A, highlights SPAL-Fiorentina: gol e sintesi partita – VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *