Italia: Esposito e Tonali i top, come può essere l’under 21 del futuro

Esposito e Tonali rappresentano le certezze per il futuro dell’Italia. Ma insieme a loro, stanno maturando giovani interessanti. Una possibile under 21 per i prossimi anni

Come può essere l’under 21 del futuro? Proviamo a disegnarla attraverso i valori di mercato dei talenti italiani in Serie A nati dopo gli anni Duemila. Si potrebbe disegnare un 4-3-3 che prevede in porta Stefano Turati (300 mila euro) del Sassuolo, che ha già esordito in Serie A contro la Juve ricevendo anche i complimenti di Buffon. Ha lo stesso valore di mercato Federico Brancolini, titolare della Primavera della Fiorentina, che però non ha ancora debuttato in prima squadra.

In difesa può giocare a destra come terzino a tutta fascia Andrea Ghezzi del Brescia (150 mila euro), e non sarà l’unico rappresentante dei lombardi in formazione. Potrebbe in difesa far coppia con Andrea Papetti, diciottenne inserito tra i migliori under 18 in Europa, che ha già segnato in A quest’anno contro il Verona. E’ uno dei più precoci marcatori del campionato appena concluso. Il giovane centrale più prezioso della Serie A, però, è Lorenzo Pirola dell’Inter (900 mila euro). A sinistra spazio a Raoul Bellanova, in prestito all’Atalanta: anche il suo valore è stimato in 900 mila euro. Bellanova, ceduto dal Milan al Bordeaux, nasce come terzino destro. Molti lo paragonano a Gianluca Zambrotta, e questo lascia prevedere anche una possibile evoluzione sulla fascia opposta.

Leggi anche – La Serie A è terra per giovani: i gol più precoci del campionato 2019-20

Italia, Tonali ed Esposito le certezze per il futuro

Italia, Tonali ed Esposito le certezze per il futuro
Italia, Tonali ed Esposito le certezze per il futuro

Il centrocampo di questa squadra ideale non può che essere guidato da Sandro Tonali, il top player della formazione, per cui si prospetta un derby di mercato Inter-Milan. Per lui possibile anche un precoce quanto definitivo salto nella nazionale maggiore di Roberto Mancini in vista dell’Europeo.

A Brescia, hanno già individuato il suo erede in Mattia Viviani. Longilineo, cresciuto a due passi dal Rigamonti, ha uno spunto da non sottovalutare nel breve, che gli permettono di poter interpretare con efficacia anche il ruolo di mezzala (Transfermarkt stima il suo valore di mercato in 350 mila euro). Può completare il reparto Mattia Ladinetti, capitano della primavera del Cagliari. Accostato in rossoblù a Daniele Conti, per migliorare studia Sergi Busquets e ammira Andrea Pirlo.

Al centro dell’attacco, il top player è Sebastiano Esposito, classe 2002, all’Inter da quando ha 12 anni. Alla prima da titolare, Lukaku gli ha concesso di battere il rigore e di festeggiare così il primo gol in carriera in Serie A. Dopo 12 presenze in tutte le competizioni in prima squadra, secondo Transfermarkt vale nove milioni.

Ai suoi lati, nel tridente, possono agire Vincenzo Millico e Gianmarco Cangiano. Millico ha chiuso la stagione al Torino con uno screzio con il tecnico Longo. Il suo agente, Gaetano Paolillo, è intervenuto pubblicamente in sua difesa. Cangiano, notato da Bruno Conti che l’ha portato nelle giovanili della Roma, è un attaccante minuto e creativo. Molti lo paragonano a Gianfranco Zola, anche se lui si ritiene più un esterno sinistro.

Leggi anche – Serie A, i numeri del campionato 2019/20: le statistiche più interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *