Roma-Siviglia, Fonseca: “Smalling era importante, ho fiducia in Ibanez”

La conferenza stampa di Paulo Fonseca, alla vigilia dell’ottavo di finale di Europa League contro il Siviglia, in programma domani sera in Germania.

La Roma, dopo il quinto posto ottenuto in campionato, è pronta a ritornare in campo questa volta però in ambito europeo. Infatti domani sera i giallorossi sono impegnati nella sfida dell’ottavo di finale di Europa League contro il Siviglia, a gara secca. Ecco tutti i passaggi dell’intervista al tecnico portoghese Paulo Fonseca.

Come arriva la Roma a questa partita? Pellegrini mediano?

Arriva qui molto motivata. Stiamo attraversando un buon momento. Sappiamo tutti che è una gara difficile quella che dovremmo affrontare, il Siviglia è una grande squadra. I ragazzi sono motivati. E’ un’opzione quella di Pellegrini, così come Cristiante. Domani deciderò“.

Staffetta tra Zaniolo e Pellegrini?

Zaniolo domani sarà in campo, Pellegrini ancora non lo so“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, il sostituto di Smalling potrebbe arrivare dal Barcellona

Roma, Fonseca: “Smalling ci mancherà, ma Ibanez è molto bravo

Paulo Fonseca alla vigilia del match dell'ottavo di finale di Europa League contro il Siviglia (Getty Images)
Paulo Fonseca alla vigilia del match dell’ottavo di finale di Europa League contro il Siviglia (Getty Images)

Cosa deve fare un allenatore in un momento simile per tenere i calciatori concentrati?

Non pensiamo ad altro, siamo concentrati alla partita di domani. Non si fatica a trovare le motivazioni. La squadra non ha bisogno di essere spronata, tutti sanno che è un momento importante e arriviamo qui con ottimismo e fiducia. Siamo pronti a giocarcela contro il Siviglia“.

Quanto perdete senza Smalling? Quanto è cresciuto Ibanez?

Chris era molto importante per noi, ma adesso non fa più parte della Roma. Dobbiamo pensare a chi c’è qui. Ibanez prenderà il suo posto domani. Quest’ultimo, prima che si infortunasse, ha sempre giocato bene. Ho fiducia in lui“.

Una delle gare più importanti della tua carriera quella di domani?

E’ un tipo di partita diversa. Se perdi vai a casa. Non c’è andata e ritorno, è una partita secca. Tutti i match sono importanti per me, voglio sempre vincere. E’ una gara importante per noi, ma l’ambizione è la stessa delle altre“.

LEGGI ANCHE >>> Cessione Roma, Pallotta e Friedkin a una svolta: accordo vicino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *