Atalanta-PSG, Gasperini: “Stagione straordinaria, credevamo di passare”

L’Atalanta viene eliminata in Champions League dal PSG per mano di Marquinhos e Choupo Moting nel finale di gara. Non basta Pasalic alla Dea. Le parole di Gasperini nel post-partita.

L’Atalanta si ferma ai quarti di finale di Champions League. Accarezza il sogno di passare il turno contro il PSG grazie a Pasalic ma poi Marquinhos e Choupo Moting fanno il resto nell’extra time. La Dea fortunata a metà, ma Gasperini può dirsi comunque soddisfatto per la stagione. Le sue parole a Sky Sport:

Lascia un po’ di amaro in bocca uscire in questo modo?

“Dispiace perdere così, ma ringrazio tutti i ragazzi per la prestazione. Sempre cercato di ribattere quando abbiamo potuto. I ragazzi hanno dato tutto. I dettagli determinano molto spesso la piega di ogni partita. Nonostante tutto siamo arrivati al 90esimo, sui calci piazzati potevamo cercare di fare meglio ma ragazzi faccio fatica a trovare difetti stasera”.

Un plauso ai tifosi che vi hanno sostenuto anche stasera a distanza…

“Abbiamo trovato tanti tifosi fuori. La gente di Bergamo festeggia lo stesso. L’entusiasmo e la passione sono illimitati, abbiamo messo tutto e cercheremo di migliorarci in futuro. Dobbiamo essere felici lo stesso per aver vissuto una competizione in crescendo.

Leggi anche – Juventus, De Ligt operato alla spalla: i tempi di recupero

Atalanta-PSG, Gasperini applaude i suoi: “Bravi tutti ugualmente”

Atalanta-PSG, Gasperini nel post-partita (Getty Images)
Atalanta-PSG, Gasperini nel post-partita (Getty Images)

Forse vi è mancata un po’ di freschezza fisica e presenza sulle palle inattive?

“Questo l’ho detto prima, qualche pericolo lo abbiamo creato. Nel finale di partita non abbiamo avuto tante opportunità di punizioni e angoli. Non e un problema di freschezza, ma di maggiore reattività loro. I giocatori che hanno sono di alto livello. Devi sbagliare pochissimo. Noi abbiamo cercato di farlo, ma siamo stati meno brillanti e meno propositivi ma perchè abbiamo dovuto sostituire Ilicic con dei centrocampisti. Muriel lo tenevo soltanto nei secondi tempi. A parte le cose tecniche, va bene così. Usciamo dispiaciuti, ma quello che abbiamo fatto è stato straordinario. C’è un’altra stagione. Ripartiamo per migliorare ulteriormente.

L’obiettivo per il prossimo anno è lottare per lo Scudetto?

“Non possiamo porcelo come obiettivo. È innegabile che ci sono squadre più forti di noi, partiremo con l’obiettivo di migliorarci, ma il corso e gli obiettivi della stagione dipenderanno da tanti fattori. Questo te lo do per certo, facciamo un gran lavoro. Cerchiamo sempre di porci un obiettivo strada facendo senza dare niente per scontato. Lo spirito è sempre stato quello di salvarci, ma ora abbiamo alzato l’asticella. Ripresentarci ai gironi è già una medaglia”.

Leggi anche – Calciomercato Napoli, il Manchester City insiste per Koulibaly: la richiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *