Community Shield: Aubameyang trascina l’Arsenal, Liverpool ko ai rigori

Community Shield, l’Arsenal festeggia il sedicesimo successo nella competizione, il secondo contro il Liverpool. L’uomo del giorno è Aubameyang che firma il gol del vantaggio e il rigore della vittoria

Si conclude ai rigori la quarta Community Shield tra Arsenal e Liverpool. E come l’anno scorso, i Reds si arrendono. L’uomo del giorno, la prima firma sul sedicesimo successo nella manifestazione che apre la stagione del calcio inglese, è ancora una volta Pierre-Erick Aubameyang. Suo il gol del vantaggio, suo il penalty della vittoria.

l’Arsenal batte così il Liverpool per la prima volta a Wembley nella Community Shield, equivalente della nostra Supercoppa. I Reds hanno vinto infatti vinto qui nel 1979 e nel 1989, mentre l’unico successo dei Gunners negli scontri diretti nella competizione era maturato a Cardiff nel 2002.

Dopo un gol annullato al Liverpool in avvio, la sblocca Aubameyang, trait d’union fra la fine della scorsa stagione e l’inizio della prossima. Dopo aver deciso la finale di FA Cup, firma un gran gol e lo dedica all’attore di “Black Panther” scomparso per tumore al colon con il saluto iconico “Wakanda Forever”. Diventa così il miglior cannoniere dell’Arsenal a Wembley, cinque gol come Alexis Sanchez. I suoi cinque, però, li ha segnati in soli 42 giorni. L’assist gliel’ha fornito Bukayo Saka, che dall’inizio della scorsa stagione ha servito 13 passaggi vincenti per un gol. Tra i giocatori di squadre della Premier League hanno fatto meglio solo Kevin De Bruyne (22) e Trent Alexander-Arnold (15).

Leggi anche – Aubameyang, gol al Liverpool ed esultanza per Boseman – Video

Community Shield, i rigori

Decisivo per il Liverpool l’ingresso di Takumi Minamino che pareggia nella ripresa. E’ il primo giocatore nella storia del Liverpool a realizzare a Wembley il suo primo gol per i Reds. La rete matura al minuto 73 dopo un flipper in area: il giapponese davanti a Martinez non può sbagliare.

Ai rigori per il Liverpool segna Salah per primo, poi Fabinho spiazza Martinez. Il primo a sbagliare è Brewster, l’attaccante classe 2000 messo in campo proprio per tirare il suo calcio di rigore. Lo calcia di potenza, forte e centrale, ma la palla si impenna sopra la traversa. Segna Minamino, Jones dà speranza ai Reds ma non basta.

Per l’Arsenal aprono Nelson e Naitland-Miles, con Alisson che battezza in entrambi i casi l’angolo sbagliato. Soares porta i Gunners in vantaggio nella serie, David Luiz lo conferma con un rigore alto, teso, da specialista. L’ultimo lo calcia Aubameyang. E non sbaglia. Sempre decisivo.

Leggi anche – Calciomercato, Aubameyang: rinnovo imminente con l’Arsenal

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *