Yaya Touré escluso dall’evento Unicef: voleva prostitute per i partecipanti

Yaya Touré è stato escluso dalla manifestazione benefica organizzata dall’Unicef a causa delle conversazioni avute all’interno del gruppo di Whatsapp con i suoi compagni. 

Yaya Touré, assieme ad alcuni ex calciatori e vip, avrebbe preso parte al match benefico organizzato dall’Unicef in programma il 6 settembre. Purtroppo, si è reso protagonista di uno spiacevole episodio nella chat di gruppo su Whatsapp. L’ivoriano si è offerto di portare ai suoi colleghi 19 prostitute in albergo. Non conforme con lo scopo del match, i suoi compagni, evidentemente indignati, hanno deciso di rimuovere Yaya Touré dall’evento.

Potrebbe interessarti anche >>> Tourè si racconta all’Equipe, la rivelazione sul razzismo negli stadi sorprende gli appassionati

Yaya Touré, i colleghi lo cacciano dall’evento:  le scuse dell’ivoriano

yaya touré prostitute unicef
Yaya Touré all’evento Unicef (GettyImages)

Stando a quanto riportato da quotidiani come il Sun e TyC Sport, l’ex centrocampista di Barcellona e Manchester City avrebbe peggiorato anche la sua situazione inviando nella chat un video privato che ha scaturito l’ira dei partecipanti. Una volta escluso dalla manifestazione dell’Unicef, Yaya Touré si è scusato pubblicamente sul suo account Twitter: “Mi scuso con tutte le persone coinvolte in Soccer Aid per una battuta inappropriata. Sono dispiaciuto e mi auguro che l’evento possa raccogliere fondi per cause importanti“.

La partita che andrà in scena domani all’Old Trafford prevede una sfida tra alcune stelle del calcio e alcune celebrità internazionali, divise in rappresentative inglesi e resto del mondo. I fondi raccolti da questa esibizione saranno destinati a programmi di sviluppo dell’Unicef in Asia, Africa e Sud America.

Potrebbe interessarti anche >>> Maxi Lopez attacca Wanda Nara: “Incosciente, due figli positivi al Covid”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *