Calciomercato Inter, Eriksen-Kanté: il Chelsea rifiuta per colpa di…Conte

L’Inter avrebbe offerto Christian Eriksen al Chelsea per arrivare a N’Golo Kanté. I Blues, però, avrebbero rifiutato a causa di Antonio Conte 

Il centrocampo dell’Inter vive una completa rivoluzione. Borja Valero ha già lasciato il club nelle scorse settimane, Vecino è sul mercato e probabilmente anche Nainggolan, di rientro dal Cagliari, andrà via. E’ imminente l’approdo di Vidal e il sogno resta Kanté. Uno scenario che potrà essere definito una volta per tutte solamente alla fine del calciomercato, il prossimo 5 ottobre.

Nell’elenco dei partenti, però, potrebbero rientrare anche due big: Marcelo Brozovic, contattato dal Monaco e Christian Eriksen. Il danese è approdato a Milano a gennaio dal Tottenham, ma non si è mai integrato allo stile di gioco di Antonio Conte e, forse, neanche al calcio italiano. Nonostante abbia firmato un contratto con i nerazzurri appena 8 mesi fa, la sua avventura potrebbe già essere giunta al capolinea.

Potrebbe interessarti anche: Calciomercato Inter, Brozovic in uscita: offerta ufficiale dalla Ligue 1

Eriksen al Chelsea per Kanté: il rifiuto per Conte

Kanté-Eriksen, il Chelsea nega lo scambio (Getty Images)
Kanté-Eriksen, il Chelsea nega lo scambio (Getty Images)

Il primo obiettivo per i nerazzurri, come già anticipato, è appunto N’Golo Kanté, valutato 50 milioni di euro dal Chelsea. Per riuscire ad arrivare al centrocampista francese, è necessario vendere e la dirigenza interista si è già messa al lavoro per riuscirci. Secondo quanto riferito dal Telegraph, il club del presidente Zhang avrebbe anche proposto uno scambio alla pari con i londinesi, offrendo per l’appunto, Eriksen.

La risposta dei Blues è stata negativa. Più che per l’interesse nei confronti del trequartista, il rifiuto è arrivato a causa di Antonio Conte. Il tecnico leccese, infatti, ha chiuso in pessimi rapporti la propria esperienza con la squadra di Premier, tanto da arrivare ad una causa in tribunale, vinta poi dall’allenatore. La ragione principale, dunque, non sarebbe da attribuire al bisogno di incassare cifre cash dopo una campagna acquisti faraonica, che ha portato alla firma di Ziyech, Werner, Thiago Silva, Havertz e Chilwell, ma appunto per i contrasti avuti in precedenza con l’allenatore nerazzurro. Portare Kanté in Italia, dunque, sarà un compito estremamente arduo, quasi impossibile, ma la speranza dei tifosi è l’ultima a morire.

Leggi anche -> Inter, Kante verso Manchester United: le alternative per il centrocampo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *