Juve-Samp, Pirlo chiarisce: “Ho la mia idea di calcio, non copierò gli altri”

La Juventus vince e convince al primo impegno casalingo della nuova stagione di Serie A. Di fronte la Sampdoria di Claudio Ranieri, il risultato premia i bianconeri. Pirlo, però, ha ricevuto feedback interessanti anche dal punto di vista della prestazione.

La Juventus vince contro la Sampdoria, la prima giornata di campionato sorride a Pirlo. Convincente 3-0 ai blucerchiati che fornisce al mister le prime risposte positive della stagione. In rete Kulusevski, Bonucci e Cristiano Ronaldo. La “Vecchia Signora” cambia pelle ma non abitudini. Risultati e prestazioni sono comunque soddisfacenti, siamo solo all’inizio. Tuttavia, chi ben comincia è a metà dell’opera. Le parole dell’allenatore bianconero.

Sembra aver instaurato già un buon rapporto con i suoi giocatori…

“È importante avere dialogo con campioni e allenatore. Sia sul campo che fuori dal campo, c’è scambio reciproco, speriamo che prosegua anche più avanti. Primo tempo buono, peccato non aver chiuso la partita subito. Siamo rimasti lucidi in una partita difficile. Loro hanno tenuto bene, noi calati nel secondo tempo”.

Come ha visto Frabotta e Mckennie?

Frabotta ha fatto un’ottima gara. L’ho scelto senza problemi, sa giocare e si sta allenando bene. L’americano si sta impegnando fisicamente sta bene. Può fare meglio in fase di impostazione, ma la prima volta lo possiamo perdonare”.

Leggi anche – Juventus, Paratici glissa su Dzeko: “Non c’è solo lui. Suarez? Fuori dai giochi”

Juventus, Pirlo convinto: “Lavoreremo bene, grande feeling con i giocatori”

Buona la prima per Andrea Pirlo, la Juventus vince e convince (Getty Images)
Buona la prima per Andrea Pirlo, la Juventus vince e convince (Getty Images)

In che maniera unirà i suoi modelli di gioco (il Barcellona di Guardiola, il Milan di Ancelotti e la Juventus di Conte)?

“Sicuramente ci vorrà tempo per riuscire a mettere insieme questi tre modelli. Non voglio fare copia-incolla, ho le mie idee. Non abbiamo avuto molto tempo per via delle Nazionali. Ci vuole pazienza, mancano dei giocatori. Cerchiamo di fare il meglio possibile con quelli che abbiamo”.

In che modo preferisce schierare i centrocampisti?

“Abbiamo quattro centrocampisti centrali che per caratteristiche giocano meglio a due con quattro difensori. In fase di impostazione cerchiamo di fare un 3+2. In futuro cercheremo di fare anche altro”.

Cristiano Ronaldo: come pensa di gestire le sue energie in base all’età che ha e agli impegni della squadra?

“Ci stiamo pensando e ne abbiamo parlato insieme. Per ora non ha problemi, in futuro ci sarà spazio per farlo recuperare al meglio della condizione. È un ragazzo intelligente, sa cos’è importante fare e gestiremo al massimo la sua situazione in base alle esigenze che si presenteranno. Giocatori di qualità sono sempre ben accetti, purché non si perda l’equilibrio”.

Leggi anche – Juventus-Sampdoria 3-0: apre Kulusevski, chiude Ronaldo, che esordio per Pirlo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *