Inter, 7 punti e 8 gol subiti: è la peggior partenza di Conte

Mai nelle sue esperienze con Juventus e Chelsea e Inter, le squadre di Conte avevano ottenuto sette punti e subito 8 gol nelle prime quattro giornate

Inter, 7 punti e 8 gol subiti: è la peggior partenza di Conte
Inter, 7 punti e 8 gol subiti: è la peggior partenza di Conte

Dopo quattro giornate, l’Inter ha ottenuto sette punti, cinque in meno del Milan che è in testa a punteggio pieno dopo il successo nel derby. Antonio Conte, sottolinea il Corriere dello Sport, non era mai partito così male nelle sue esperienze in Serie A e in Premier League. Nelle tre stagioni alla Juventus, infatti, dal 2011 al 2014, nelle prime quattro giornate aveva raggiunto rispettivamente 8, 12 e 10 punti.

Con il Chelsea era andato leggermente peggio, dieci punti nel 2016-17 e nove l’anno successivo a parità di partite. Tuttavia, in nessuno di questi campionati, le squadre di Conte avevano incassato otto gol nelle prime quattro giornate.

Il dato preoccupa l’Inter, considerato che una simile fragilità difensiva non si vedeva dalla stagione 2011-12, iniziata con Gasperini in panchina e proseguita poi con Claudio Ranieri. Non è così immediata la soluzione del problema, almeno dal punto di vista tattico.

Leggi anche – Inter, due recuperi in vista Champions: Bastoni e Nainggolan già pronti

Inter, viaggio nella prima crisi di Conte

Inter, viaggio nella prima crisi di Conte 
Inter, viaggio nella prima crisi di Conte

Il passaggio dal 3-5-2 con Brozovic play basso e due mezzali di corsa a un 3-4-1-2 più propositivo non sembra ancora ben oliato. Il derby ha messo in evidenza le difficoltà sulla fascia sinistra, dovuta anche alle assenze in difesa di Skriniar e Bastoni.

Kolarov come centrale di sinistra in difesa si sta rivelando un azzardo. Contro il Milan, anche nel settore di destra l’Inter si è mostrata vulnerabile nelle transizioni. Hakimi aggiunge tanto in fase offensiva, ma Perisic non ha la stessa attitudine difensiva di Young.

Archiviare l’esperimento di 3-4-1-2 potrebbe essere un’ipotesi, anche se il modulo andrebbe testato effettivamente con il centrocampo protetto dalla stessa linea difensiva della scorsa stagione. Se Conte andrà in direzione del ritorno al 3-5-2, Eriksen potrebbe trovarsi ancora più chiuso. Il danese avrà quasi sicuramente una delle due sfide ravvicinate contro Borussia Monchengladbach e Genoa per convincere il tecnico.

Leggi anche – Inter-Milan, Conte ammette: “Gol presi da evitare, loro bravi e fortunati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *