Rennes, tifosi in curva violano norme anti-Covid: Uefa apre inchiesta

Nella gara di Champions Rennes-Krasnodar, i tifosi francesi si sono ammassati in curva, violando di fatto le norme antiCovid e di distanziamento sociale: la Uefa ha aperto un’inchiesta.

rennes krasnodar tifosi
Tifosi in Rennes-Krasnodar (GettyImages)

Martedì sera si è giocata la prima giornata di Champions League e una partita sta facendo discutere molto, non tanto per quanto accaduto in campo, ma per quello che si è visto sugli spalti. Rennes-Krasnodar è finita sotto i riflettori perché i tifosi sono stati mal distribuiti nello stadio. In occasione del primo match del girone E, erano previsti 5000 spettatori. Ma è stato impossibile non notare il muro umano rossonero ammassato in curva.

Potrebbe interessarti anche >>> Pedri, l’esordio in Champions è una favola: segna e torna a casa in taxi

Rennes-Krasnodar, la Uefa apre un’inchiesta: tifosi ammassati in curva, violate norme di antiCovid

tifosi rennes champions uefa inchiesta
Tifosi del Rennes (GettyImages)

La Francia, come tanti altri Paesi europei, sta lottando contro il Coronavirus. Se il dogma in questi mesi è stato il “distanziamento“, a Rennes si è verificato l’opposto. Nella curva dello stadio di casa del club francese, i tifosi non sono stati correttamente distribuiti, violando di fatto le norme di sicurezza richieste dalla Uefa. Non c’era la distanza minima tra i supporter rossoneri, ed è scoppiata subito la polemica.

Dunque, il massimo organo calcistico europeo ha aperto un’inchiesta per i seguenti motivi:
blocco del passaggio pubblico;
requisiti minimi UEFA in materia di igiene e salute per il ritorno degli spettatori;
violazione del protocollo UEFA Return to Play.

Il caso verrà affrontato il 10 novembre  dall’Organo Disciplinare, Etico e di Controllo della Uefa.

Potrebbe interessarti anche >>> Milan e Sassuolo, si ferma il settore giovanile: casi Covid nel gruppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *