Lazio, caso tamponi: depositata la perizia ad Avellino, nessuna anticipazione

Come riporta una nota ANSA, è stata depositata la perizia sui tamponi sospetti effettuati dalla Lazio nel laboratorio di Avellino.

Il caso tamponi che ha investito la Lazio si avvicina al suo epilogo. Secondo una nota dell’agenzia “ANSA”, è stata depositata in giornata la perizia sui tamponi sospetti effettuati nel famoso laboratorio di Avellino. Il perito d’ufficio, Maria Landi, ha riprocessato i 95 esami svolti da calciatori, familiari e staff della società biancoceleste che avevano dato risultati diversi da quelli processati in altre strutture. L’avvocato Innocenzo Massaro, legale della Futura Diagnostica di Avellino, ha confermato la notizia e sta aspettando i risultati di questa nuova valutazione.

Ti potrebbe anche interessare – Lazio, volo da incubo con l’aereo personalizzato: il racconto

Tamponi Lazio: riprocessati i tamponi di Avellino, si aspettano i risultati

Lazio Tamponi Avellino
Claudio Lotito (Getty Images)

Al momento non ci sono ulteriori indiscrezioni da parte dell’ANSA, ma a breve dovrebbero arrivare novità. Intanto la Procura di Avellino, come si legge nella nota stampa, ha aperto un fascicolo a carico di Massimiliano Taccone, ad di Futura Diagnostica con l’ipotesi di reato di falso, frode in pubbliche forniture e epidemia colposa. In tutto questo la squadra di Inzaghi domani affronterà in casa lo Zenit San Pietroburgo in una partita molto importante della fase a gironi di Champions League e dovrà cercare di isolarsi da questa vicenda.

Nelle scorse settimane si era ipotizzato una possibile penalizzazione nei confronti della Lazio nel caso fossero state riscontrate irregolarità del protocollo medico-sanitario della Serie A. Al centro delle polemiche era finito l’utilizzo di alcuni giocatori come Immobile, nonostante non fosse completamente negativizzato secondo i successivi controlli. Nel mirino della Procura Federale erano finiti gli esiti discordanti dei tamponi effettuati a poche ore di distanza. Nel caso del bomber biancoceleste ha oscillato tra la positività e la negatività al Covid per diverse settimane, tornando a disposizione contro il Torino prima di essere nuovamente bloccato dalla UEFA e rientrare soltanto questo weeke-end contro il Crotone.

Leggi anche – Champions League, gli arbitri di Juventus-Ferencvaros e Lazio-Zenit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *