Inter-Real Madrid, Conte osservato speciale: un ko può rovinare il rapporto

Inter-Real Madrid potrebbe diventare una gara decisiva per il rapporto tra Antonio Conte e il club nerazzurro

Antonio Conte resta un osservato speciale dopo l’inizio di stagione altalenante con l’Inter. I nerazzurri hanno ottenuto 4 vittorie nelle prime 11 uscite, ma solamente quella con il Genoa è risultata realmente convincente. Contro Fiorentina, Benevento e Torino è  stato concesso troppo, arrivando a dover rimontare il risultato, sia con i Viola che con i Granata. Un “furore agonistico ad intermittenza”, l’ha definito proprio Conte al termine dell’ultima gara di campionato.

L’Inter non gira ancora bene del tutto e lo dimostrano i 18 gol subiti dall’inizio della stagione. Davvero troppi per un club che ha iniziato il campionato come una delle favorite per lo Scudetto e che ora si trova già a 5 punti di distanza dal Milan capolista, con lo scontro diretto a sfavore. Non va di certo meglio in Champions League, dove i nerazzurri non hanno ancora vinto una partita, racimolando appena 2 punti in 3 partite dopo un doppio pareggio con Borussia Monchengladbach e Shakhtar Donetsk e una sconfitta contro il Real Madrid.

Potrebbe interessarti anche: Emerson Palmieri, che ‘assist’ all’Inter: la mossa che taglia fuori la Juve

Inter-Real Madrid, Conte non può sbagliare: le conseguenze di un possibile ko

Conte obbligato a vincere (Getty Images)
Conte obbligato a vincere (Getty Images)

I Blancos saranno proprio i prossimi sfidanti dell’Inter, che domani, a San Siro, se la vedranno nuovamente contro Zidane per il quarto turno della fase a gironi. Conte è costretto a vincere se vorrà ancora puntare agli ottavi di finale, ma riuscire a battere Benzema e compagni non sarà per nulla facile. In caso di pareggio, i nerazzurri si porterebbero a 3 punti, con il Real che andrebbe così a 5 e nella speranza che Shakhtar e Gladbach pareggino. I due club sono momentaneamente fermi a 4 e 5 punti, dunque ancora raggiungibili.

Nel caso in cui, però, il Borussia allungasse a 8 e il Madrid vincesse portandosi a 7, lasciando l’Inter a soli 2 punti, allora il percorso in Champions verrebbe compromesso. Si dovrebbe lottare per una retrocessione in Europa League, anche quella comunque ancora distante qualora arrivasse una sconfitta. Un ennesimo k.o. europeo, secondo Tuttosport, creerebbe una spaccatura difficile da risanare nel rapporto tra Conte e l’Inter, anche perché si tratterebbe della seconda, possibile, eliminazione dal torneo più importante per club alla fase a gironi in due anni. Servirà una squadra unita e grintosa, ma non a corrente alternata.

Leggi anche -> Inter-Torino, Conte avvisa: “Il furore agonistico non può essere a intermittenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *