Tamponi Lazio, Lotito convocato dalla Procura di Avellino. Il caso

Claudio Lotito, presidente della Lazio, è stato convocato questo pomeriggio dalla Procura di Avellino a fornire informazioni sul “caso tamponi”.

La Lazio continua a fare bene sul campo, ieri sera ha battuto 3-1 lo Zenit in Champions League, ma parallelamente si continua a parlare del “caso tamponi”. I risultati discordanti della perizia non lasciano tranquilli i biancocelesti che sperano di chiudere il prima possibile questo brutto capitolo. La notizia di oggi è la Procura di Avellino ha convocato Claudio Lotito che in queste minuti si trova negli uffici del dottor Vincenzo D’Onofrio. Come riporta il “Corriere dello Sport”, il presidente, come già fatto dal medico sociale Ivo Pulcini, dovrà esporre la propria versione dei fatti e fornire informazioni che potrebbe aiutare l’indagine.

Ti potrebbe anche interessare – Crotone-Lazio, Immobile: “Ignoranti e cattivi, chi parla non mi conosce”

Lazio, caso tamponi: interrogato anche Lotito dopo i risultati della perizia

Lotito Avellino Tamponi
Claudio Lotito (Getty Images)

Al momento l’unico accusato dell’inchiesta è Massimiliano Taccone, responsabile del laboratorio Futura Diagnostica che dallo scorso maggio si occupa di processare i tamponi molecolari della Lazio per le partite di campionato. Ora, circa un giorno dopo i risultati della perizia, che avrebbero riscontrato 18 casi difformi su 95 test effettuati (compresi familiari dei calciatori e altri dipendenti della società), la Procura ha voluto interrogare anche Claudio Lotito. Quest’ultimo, arrivato nel primo pomeriggio nella città campana, risponderà alle domande del procuratore aggiunto, Vincenzo D’Onofrio, e degli altri inquirenti. Il colloquio a Palazzo Giustizia è tutt’ora ancora in corso, si attendono possibili novità già in serata.

Leggi anche – Tamponi Lazio, la perizia: Strakosha positivo, Immobile e Leiva negativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *