PSG, Pochettino allontana Eriksen e Messi: le prime parole del tecnico

La prima conferenza stampa di Pochettino da allenatore del PSG. Parla di Eriksen e Messi, Mbappé e Neymar

Mauricio Pochettino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Ligue 1 contro il Saint-Etienne. Sono le sue prime parole, dopo le dichiarazioni nel giorno dell’annuncio, da tecnico del Paris Saint-Germain. Ha raffreddato le piste di mercato che portano a Eriksen e a Messi, ha esaltato il valore della sua rosa e spiegato la sua odea di calcio.

La possibilità dell’arrivo di Eriksen, fuori dal progetto Inter come un mese fa aveva detto anche Marotta, appariva concreta anche alla luce del passato comune al Tottenham. Ma Pochettino preferisce al momento guardare alla propria squadra, e alla rosa attuale. “Dobbiamo innanzitutto ritrovare tutti i nostri giocatori indisponibili” ha detto. “E’ un periodo difficile, dobbiamo adattarci ma sono sicuro che Leonardo farà la scelta migliore per la squadra”.

L’argentino riserva una battuta anche all’eventuale acquisto di Messi, il cui orizzonte rimane incerto visto che in teoria si potrebbe liberare a parametro zero. “Babbo Natale mi ha già fatto un regalo, permettendomi di ritrovare questo club. Sappiamo che in un grande club queste indiscrezioni ci saranno sempre”.

Leggi anche – Pochettino al PSG, è ufficiale: l’annuncio del club, le sfide da vincere

Pochettino: “Vincere con stile”

Mauricio Pochettino ha spiegato che la Champions League rimane un obiettivo primario. Ha parlato anche di Neymar, sotto l’occhio del ciclone nelle ultime settimane per la festa di Capodanno in Brasile. “Quando tornerà, dovremo trovargli la posizione in cui possa giocare al meglio” ha detto. Sulla sua leadership non ha dubbi. “Ci sono molti modi di esprimerla in campo. Per me, più leader ci sono in spogliatoio e in campo, e meglio è“.

L’argentino sa di avere una squadra di qualità incredibile, ha aggiunto, sottolineando anche come Mbappé possa fare la differenza occupando più di una posizione in campo. Ed è consapevole della responsabilità. “So bene cosa rappresenta il PSG e il tipo di giocatori che ci sono in questo club” ha detto.

I giocatori, ha concluso, “sono molto aperti, disponibili nell’applicazione dei principi di gioco che vogliamo mettere in pratica. Non vogliamo soltanto vincere, ma vincere con stile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *