Napoli-Empoli, furia Corsi: “Col Genoa non è successo”. La replica dell’Asl

Napoli-Empoli, la rabbia di Corsi dopo la decisione dell’Asl di mettere in isolamento fiduciario cinque membri del club dopo essere stati a contatto con una persona positiva al Covid.

Il giorno dopo la sconfitta della sua squadra ai danni del Napoli, che ha sancito l’eliminazione della Coppa Italia, ha parlato il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi. Quest’ultimo ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli‘ e si è lamentato per la decisione che ha preso l’Asl di Napoli 1 che ha deciso di mettere in quarantena l’allenatore dei toscani, Alessio Dionisi, un magazziniere e tre calciatori della prima squadra (Leonardo Mancuso, Roberto Pirrello e Szymon Zurkovski) perché sono stati a contatto con una persona che è stata risultata positiva al Covid-19.

Ed è per questo motivo che i tre atleti non hanno potuto aiutare i loro compagni di squadra che, nello stadio ‘Diego Armando Maradona‘ sono usciti sconfitti per 3-2 ma a testa alta (ricevendo i complimenti anche da Gennaro Gattuso in sala stampa). Queste le parole di Corsi: “Sono sorpreso dall’intervento dell’ASL. Quello che mi chiedo, più che altro, è perché non hanno fatto lo stesso quando il Genoa è arrivato a Napoli quando erano stati riscontrati due casi di positività?”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coppa Italia, highlights Napoli-Empoli: gol e sintesi partita – Video

Napoli-Empoli, rabbia Corsi: “Perché l’Asl non intervenne col Genoa?

Corsi
Fabrizio Corsi (Getty Images)

Il numero uno dei toscani ha continuato dicendo: “Dopo la sentenza di Juventus-Napoli, se l’Asl a questo punto dovesse dirmi di non far partire la squadra io la ascolterei. Prima sarei partito ugualmente”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli-Empoli, caos Covid: cinque toscani in isolamento, la situazione

In panchina, ieri pomeriggio, non c’era il mister della prima squadra ma il suo vice, Paolo Cozzi. Corsi ha speso parole di elogio per il suo tecnico: “Dionisi? Ha il fuoco dentro, ha tutte le qualità per diventare il nuovo Maurizio Sarri“.

Coppa Italia, caso Empoli: l’ASL di Napoli spiega la decisione: “Ci siamo attenuti al protocollo”

Nel frattempo è arrivata anche la risposta dell’ASL di Napoli sulla discussa vicenda. In un’intervista rilasciata a “Radio Punto Nuovo”, ripresa sulle colonne del Corriere dello Sport, Ciro Verdoliva, direttore generale dell’autorità sanitaria, ha provato a fare chiarezza su quanto accaduto. Le sue dichiarazioni difficilmente però convinceranno il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi: “Non abbiamo fatto altro che osservare il protocollo sanitario previsto dalla circolare del Ministero della Salute: una scelta che ha il mio appoggio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *