Lasagna, l’Udinese apre alla cessione: due club in lizza

Kevin Lasagna potrebbe lasciare l’Udinese in questa sessione di mercato. Due le offerte sul tavolo dei friulani, che potrebbero dare l’ok agli agenti per iniziare a trattare e ascoltano le proposte. 

Telefoni bollenti in casa Udinese. Le chiamate in arrivo per provare a strappare ai friulani Kevin Lasagna sono molte, e nelle ultime ore pare esserci qualche timida apertura. Il club di Giampaolo Pozzo non vorrebbe ascoltare le sirene in arrivo per l’attaccante, ma le proposte non mancano e l’affare inizia a stuzzicare. Le non buone condizioni di Stefano Okaka e Fernando Forestieri e l’infortunio grave di Ignacio Pussetto suggeriscono prudenza a Luca Gotti, ma il mercato in entrata necessità di un sacrificio.

La stagione di Lasagna fino a questo momento non ha del tutto convinto. Solo 2 le reti messe in 14 presenze in campionato dalla punta, ma offerte ricevute in passato, soprattutto dal Napoli, sono ormai un lontano ricordo. Anche il cambio di modulo operato dal tecnico sta forse incidendo sul suo rendimento. Gotti in questa stagione sta dando spazio agli uomini di fantasia a disposizione in rosa, e a farne le spese è  l’ex Carpi, che ora potrebbe cambiare aria.  Per l’eventuale sostituzione intanto si fa il nome di Andrea Pinamonti, ma l’Inter tentenna.

Leggi anche: Pinamonti, un’altra offerta in Serie A: l’Inter studia la cessione

Lasagna, non c’è solo il Benevento: avanza un’altra candidata

Lasagna udinese mercato
Kevin Lasagna in azione (Getty Images)

Kevin Lasagna è al centro dell’interesse di diversi club. L’Udinese è in emergenza infortuni, soprattutto nel reparto offensivo, ma l’idea di una cessione si fa concreta. E’ così, perché le prestazioni in chiaroscuro dell’attaccante lo stanno allontanando dal club, e le valutazioni sono in corso. Pippo Inzaghi lo vorrebbe al suo Benevento, che per caratteristiche e gioco sarebbe una soluzione accattivante. I contatti sono stati avviati, ma i friulani non sembrano voler accettare proposte che includono prestiti. La concorrenza inoltre inizia a farsi numerosa, e anche il Verona ha sondato il terreno per tentare il colpo.

Ivan Juric potrebbe sfruttare le ripartenze della veloce punta, ma anche nel caso degli scaligeri l’unica proposta è un trasferimento per 6 mesi e discorsi rimandati all’estate. Troppo poco per gli uomini di mercato di Pozzo, che hanno rifiutato cifre importanti e valutano se rilanciare il loro tesserato per incassare di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *