Cagliari-Milan, Pioli: “Ibrahimovic fondamentale. Di Mandzukic non parlo”

Stefano Pioli ha presentato Cagliari-Milan in conferenza stampa: l’allenatore rossonero ha parlato del ritorno di Ibrahimovic, dei casi Covid e di Mandzukic.

Il Milan affronterà il Cagliari domani alle ore 20:45 per la 18.a giornata di Serie A. La trasferta in Sardegna si prospetta complicata, per diversi motivi. Uno su tutti riguarda la squadra rossoblu, che non vince da novembre e la panchina di Di Francesco è pericolosamente traballante. Pioli ha presentato così il match in conferenza stampa: “Il Cagliari è un avversario che ha raccolto meno di quello che meritava. Dobbiamo essere pronti a tutto – poi ha proseguito – Nello spogliatoio c’è sintonia. Il gruppo è affiatato e coeso, sta giocando con testa e cuore. Dobbiamo continuare su questa strada“.

Il club rossonero ritrova a pieno Zlatan Ibrahimovic: “Per noi è importantissimo – commenta l’allenatore del Milan –  Tutti conosciamo Zlatan, siamo contenti che sia rientrato. L’ho visto bene, anche se deve recuperare il ritmo partita“. In merito al mercato, Stefano Pioli non ha voluto svelare nulla sulla trattativa Mandzukic: “Abbiamo una partita importante, non mi va di parlare di un calciatore che non ho a disposizione. I dirigenti sanno come muoversi nel mercato“.

Leggi anche >>> Calciomercato Milan, Tomori ad un passo: cosa manca per chiudere il colpo

Cagliari-Milan, Pioli su casi Covid: “Faremo bene anche senza Theo e Calhanoglu”

Theo Hernandez (Getty Images)

Questa mattina, il Milan ha comunicato due positività al Covid alla vigilia del match contro il Cagliari. Theo Hernandez e Hakan Calhanoglu non andranno in trasferta perché infetti. Tuttavia, Pioli confida nel gruppo che partirà per la Sardegna: “Sono assenze importanti, ma conosciamo le criticità che possono esserci in questa stagione. Sono problemi che possono arrivare da un momento all’altro e noi dobbiamo affrontarli con determinazione- poi suona la carica – La squadra ha sempre ritrovato grandi energie quando ci sono stati ostacoli. Faremo una buona gara anche senza Hernandez e Calhanoglu“.

L’allenatore rossonero ha parlato anche del neo-acquisto: “Meite rende competitivo il reparto di centrocampo. E’ un calciatore che abbina qualità e quantità. L’ho visto attento e voglioso, mi è piaciuto come si è presentato alla squadra“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *