Juve-Napoli, Gattuso carico: “Rispetto per loro ma vogliamo vincere”

Gennaro Gattuso carica il suo Napoli in vista della prestigiosa sfida di domani contro la Juventus. “Bisogna rispettarli perché affrontiamo un grande club. Possiamo giocarcela”. E su Pirlo. “Abbiamo vinto tutto insieme. Domani spero di dagli un rammarico ma rimarrà un grande amico”. 

Gennaro Gattuso ha affrontato i microfoni della stampa in vista della finale di Supercoppa. Mai banale l’allenatore calabrese, che ha parlato di un match difficile contro una Juventus ferita nell’orgoglio. “Sarà una partita complicata – ha dichiarato il tecnico – perché parliamo di una squadra che negli ultimi 9 anni ha dominato in Italiae fatto grandi cose in Europa. Io non ci casco nella trappola e non parlatemi di Juventus in crisi. Sono campioni che hanno fame e vanno rispettati. Gli mancano giocatori importanti ma hanno una rosa incredibile e non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutarli. Non bisogna fargli sentire l’odore del sangue, perché possono punirti” spiega il tecnico.

MENTALITA’ E POSSIBILITA’ PER GLI AZZURRI: “Lo svantaggio contro la Juventus? La loro mentalità – sottolinea Gattuso – perché non sbagliano due gare di fila mai. Rispetto alla Coppa Italia è cambiato molto, ed è un match singolo in cui bisogna dare molto. Una finale ti può dare adrenalina e a livello mentale alza l’asticella. Se arriva una sconfitta invece dobbiamo reagire immediatamente” Ancora un passaggio su una finale che il Napoli vuole vincere per bissare il successo in Coppa Italia. “Noi dobbiamo fare la nostra partita, con attenzione e rispettando quello che abbiamo preparato. Abbiamo le carte in regola per vincere un incontro stimolante. Non devo caricare il gruppo, sapete bene che quando c’è in palio un trofeo nessuno ci sta a perderlo”.

CONDIZIONE PETAGNA E MERTENS: “Il belga deve essere rispettato perché si allena il doppio per ritornare al top della forma, e sa stringere i denti. Petagna ha risposto bene, vedremo domani mattina”. Chiusura dedicata a Pirlo e al rinvio in campionato. “Andrea è un grande amico. Ha preso più schiaffi da me che da suo padre. Saremo avversari e lo sport lo impone, ma abbiamo vinto tutto e siamo cresciuti insieme. Domani spero di dargli un rammarico, ma resteremo sempre legati. Il rinvio in campionato? Siamo stati bloccati. Noi rispettiamo la Juventus, niente dietrologie”. 

Leggi anche: Napoli, ancora problemi con Milik: cosa frena l’affare col Marsiglia

Napoli, Insigne come Gattuso: “Rispetto, ma dobbiamo vincere per la città”

Gattuso, il Napoli attende la Juventus
Gattuso, il Napoli attende la Juventus (GettyImages)

Anche Lorenzo Insigne è intervenuto nella conferenza stampa che presenta il match di Supercoppa Italiana. “Stiamo bene – ha affermato il capitano azzurro – e non per il risultato con la Fiorentina. E’ un momento in cui la squadra sta crescendo e io anche mi sento più maturo grazie al mister. Noi ci arriviamo bene, li rispettiamo e li consideriamo una grande squadra, ma ci vogliamo regalare un successo e vogliamo fare gioire una città intera. La Coppa Italia vinta contro di loro? Non è la stessa gara, è cambiato molto e una partita singola ha molte sfumature. Io posso solo dire che siamo alla pari e daremo tutto in campo”.