Cagliari-Torino, tifosi contro Di Francesco: le reazioni social dopo la sconfitta

Di Francesco in bilico, continua la crisi del Cagliari. I tifosi sardi sui social si scagliano contro l’allenatore. Chiaro l’invito a dimettersi

Cagliari-Torino, tifosi contro Di Francesco: le reazioni social dopo la sconfitta
Cagliari-Torino, tifosi contro Di Francesco: le reazioni social dopo la sconfitta

Il Cagliari è a cinque punti dalla salvezza. Non vince da sedici partite, e non sembra vedere la luce alla fine del tunnel. La partita contro il Torino ha messo in evidenza una fragilità caratteriale evidente nello sviluppo della partita. Tanta imprecisione nelle conclusioni nel primo tempo, chiuso senza alcun tiro in porta da parte delle due squadre. Poi dopo il gol incassato al primo vero affondo del Torino, i sardi non sono riusciti a reagire con un quarto d’ora ancora da giocare.

Eppure, questa partita era una sorta di finale, uno spareggio per giocarsi le chances di salvezza. Con un’organico che conta Nandez e Nainggolan, Joao Pedro e Simeone, il Cagliari era partito con ben altre ambizioni. E nonostante il rinnovo del contratto da poco firmato, Di Francesco è sempre più a rischio.

Ai tifosi, l’andamento della squadra ricorda quello di altre formazioni retrocesse con tanti talenti in squadra. Abbondano i paragoni con il Palermo di Iličić, Miccoli, Dybala, Abel Hernandez, con la Sampdoria scesa in serie B nel 2010-11 pur potendo contare su Poli, Dessena, Pazzini e su Cassano per metà campionato. Non mancano le analogie con la Fiorentina del 1992-93 a cui non bastarono campioni come Batistuta ed Effenberg.

Leggi anche – Esonero Di Francesco, il Cagliari ci pensa: Giulini vaglia le alternative

Di Francesco, i tifosi contro il tecnico: la protesta social

Sui social, la pazienza verso il tecnico è finita. C’è chi lo considera, senza mezzi termini, l’allenatore giusto per andare in Serie B. E chi ammette che la sua stella si è spenta con la splendida rimonta in Champions League quando guidava la Roma. I giallorossi ribaltarono l’1-4 dell’andata e grazie al 3-0 dell’Olimpico centrarono la semifinale.

L’allenatore capace di firmare la prima rimonta in Champions partendo da tre gol di svantaggio è oggi un tecnico in crisi di idee che ha perso due terzi delle partite vissute sulla panchina della Sampdoria e del Cagliari.

C’è anche chi intravede un’analogia con Giampaolo, esonerato dal Torino e sostituito con Nicola. Si chiede una sterzata anche alla società, coinvolta nella decisione di mantenerlo e nelle critiche dei tifosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *