Crisi Juve, critiche anche dalla FIFA: che attacco a Allegri e Bonucci

La Juve non riesce ad uscire dalla crisi e piovono critiche da tutte la parti, l’ultima arrivata addirittura dalla FIFA ha sorpreso i tifosi.

La Juve sta attraversando uno dei suoi periodi peggiori della storia recente. Forse è da quando è risalita in Serie A negli anni post-Calciopoli che non si vedeva una tale crisi di risultati. Se in quel caso dalle macerie la società è riuscita a ricostruire delle solide basi che poi sono durate per 10 anni, ora però le stesse fondamenta sono logore. Non è bastato almeno per ora il ritorno di Allegri, così come gli importanti interventi sul mercato. A parlare dei bianconeri ora è addirittura la FIFA, che analizza e passa ai raggi X la Vecchia Signora.

juve crisi bonucci allegri fifa calciotoday 20221011 lapresse
Max Allegri allenatore della Juve. (lapresse)

La sconfitta contro il Milan come hanno constatato in molti non ha significato solo perdere una partita o dei punti in campionato. E’ stata l’inequivocabile dimostrazione che tutto quello che sembrava si stesse rimettendo a posto, con le vittorie sul Bologna ed il Maccabi Haifa, erano un’illusione. Le certezze o presunte tali bianconere si sono sciolte come neve al sole, nella casa del Diavolo.

Ora mentre si parla di un’incredibile idea di mercato, con la volontà di strappare Milinkovic-Savic alla Lazio già a gennaio, non sono pochi i personaggi del mondo del calcio che si interrogano su come e quando questa crisi potrà terminare.

Crisi-Juve, parla la FIFA

juve crisi bonucci allegri fifa calciotoday 20221011 lapresse
Szczesny consola Bonucci. (lapresse)

Tra coloro che sono stati chiamati in causa a parlare di Juve spicca anche un membro del FIFA Council, Evelina Christillin, intervistata da Sportmediaset. La Christillin ha parlato a titolo di tifosa bianconera e non ha potuto nascondere la delusione per la stagione della Juve fino a questo momento. “Non avrei fatto un contratto con quell’ingaggio ad Allegri – ha detto la Christillin – ma io non sono nessuno per giudicare“.

Evidentemente la società crede molto nell’allenatore. La squadra dell’anno scorso però era ereditata da Allegri, ma quella di quest’anno è stata fatta con lui. E’ vero che con Pogba e di Di Maria c’è stata sfortuna, ma un investimento di quel tipo faceva pensare ad altre garanzie”.

Mentre su Bonucci il membro della FIFA non ha dubbi “Aspetterei a darlo per finito. E’ evidente che anche uno d’esperienza come lui risente di questo ambiente. Non so che rapporto ci sia con Allegri, la storia dello sgabello però la ricordano tutti. Credo Bonucci abbia perso delle sicurezze”.