Mercato Napoli, ossessione Icardi: se arriva lui parte Milik?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:18

Arkadius Milik. Il suo nome riecheggia a Dimaro, stavolta non per un gol segnato ma per un possibile intreccio di mercato basato sugli attaccanti. Si continua a lavorare sotto traccia a Napoli, l’obiettivo sarebbe Mauro Icardi – il terzo incomodo interista – che farebbe tanto comodo ad Ancelotti. Perché, comunque, il tecnico un bomber solido l’ha chiesto: serve per fare il salto di qualità. Se non arriva Rodriguez e Pepè ci mette troppo a sbloccarsi come affare, rimane l’argentino.

Napoli, si lavora per Icardi: l’Inter apre alla cessione

Sì, c’è l’incognita Wanda Nara. La stessa che avrebbe causato i dissapori in casa interista, per questo Ancelotti ci va cauto e sottolinea: “Prendiamo solo chi ritiene il Napoli una priorità”. Tradotto: non giocate a rialzo, come con Marotta, perché se a Milano non era aria figuriamoci a Castel Volturno. Per questo, adesso, Icardi aspetta un segno: un cenno d’intesa che Giuntoli sembrerebbe aver dato ai vertici dell’Inter. C’è l’apertura alla cessione.

Se arriva Icardi, parte Milik?

E Milik? Si è parlato di lui, ipoteticamente, riguardo al fattore concorrenza: quanto giocherebbe al Napoli con l’arrivo di Icardi? La stessa domanda se la son fatta in Spagna, sponda Siviglia, trovando una risposta adeguata si son anche proposti di prenderlo. C’è chi giura che avrebbero raggiunto l’accordo con il giocatore già tacitamente quest’inverno. Anche se, poi, di fatto, le dichiarazioni ufficiali da Siviglia son state queste: “Milik aveva un mezzo accordo col Napoli già a gennaio. Se non avesse fatto bene, la società l’avrebbe venduto. Poi però ha iniziato a segnare e il suo valore è cresciuto. È impossibile spendere 50 milioni per averlo”.

Hysaj proposto alla Roma, non solo Milik con la valigia in mano

Frenata mediatica, per calmare le acque, o reale? Sta di fatto che Milik è sul mercato, magari per far posto a Icardi evitando ogni dualismo. L’argentino vuole un progetto tecnico che lo metta al centro, sennò non si muove. L’ha precisato, anche continuando ad allenarsi da solo e dimostrando di meritarsi quello spazio che per un motivo o per l’altro gli è stato tolto. Lo stesso spazio che vorrebbe ritagliarsi Hysaj, proposto alla Roma, ma è tutto in forse. Come i sogni dei partenopei, che aspettano ormai solo la svolta.