Juventus-Torino, Sarri non si fida: “Derby sempre particolare”

Maurizio Sarri, tecnico della Juventus, presenta in conferenza stampa il derby di domani contro il Torino, gara d’apertura della 30a giornata di Serie A: le dichiarazioni della vigilia.

Sarri Juventus
Maurizio Sarri (Getty Images)

La Juventus, dopo tre vittorie di fila, riprende la corsa scudetto dallo storico derby di Torino. La 30a giornata di Serie A si aprirà proprio all’Allianz Stadium che ospiterà l’attesa stracittadina che quest’anno avrà un grosso peso specifico sulla classifica della due squadre. I bianconeri non possono fermarsi: devono mantenere le distanze da Lazio e Inter nella corsa scudetto; i granata invece sperano di ribaltare la storia e allontanarsi dalla zona retrocessione. Un appuntamento sempre speciale e carico di emozioni che Maurizio Sarri presenta così nella conferenza stampa di vigilia.

Domani cosa dirà ai suoi giocatori?

“Il derby, aldilà della classifica, è sempre una partita particolare soprattutto per il Torino che ci tiene maggiormente. Incontreremo una squadra molto motivata e dobbiamo essere al massimo a livello mentale. Non saranno concesse distrazioni, altrimenti può mettersi male”.

Come procede il recupero di Chiellini, quando tornerà?

“Sta ancora lavorando a parte, ma probabilmente siamo alla fine del suo recupero fisico. Le sensazioni sono buone e spero di riaverlo in gruppo dopo questa partita o al massimo tra qualche giorno”.

Leggi anche – Calciomercato Juventus, idea Pinamonti: la possibile offerta dei bianconeri

Juventus, Sarri esalta Buffon e recupera Chiellini: “A breve in gruppo”

Sarri Juventus
Sarri Juventus (Getty Images)

Nella seconda parte della conferenza stampa, Maurizio Sarri si concentra sulle scelte di formazione e sulla possibile titolarità di Buffon che scriverebbe il record di presenze della Serie A.

Domani chi partirà titolare tra Bernardeschi e Douglas Costa?

“Bernadeschi sta vivendo un periodo positivo dal punto di vista fisico e mentale. Anche Douglas Costa sta avendo continuità e si meriterebbe di giocare dall’inizio, ma per noi è un’arma fondamentale a partita in corso: per questo motivo spesso inizia dalla panchina”.

Domani toccherà a Buffon

“Non ho ancora deciso, vedremo a fine allenamento. Buffon viene sempre preso in considerazione, l’ho visto molto bene e può giocare. In settimana dimostra continuamente di essere ancora un campione, facendo cose impensabili per la sua età. A livello fisico non ha problemi e sarà a completa disposizione”. 

Ci saranno altri possibili cambi?

Dopo essere stati fermi a lungo non c’è bisogno di fare tanti cambi, diversamente tre 7-8 partite quando si sentiranno le fatiche. In questa strana ripresa è normale che i giocatori devono giocare per raggiungere più velocemente la forma fisica ideale. Più avanti arriverà il momento di riposare e fare qualche rotazione, adesso la squadra non è stanca”.

Ti potrebbe anche interessare – Dybala-Juventus, rinnovo vicino: le richieste dell’argentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *