Milan, patto tra Ibrahimovic e Pioli: la scelta sul futuro

Zlatan Ibrahimovic e Stefano Pioli hanno parlato e deciso di fare una promessa al Milan in vista del finale di stagione 

Ibrahimovic, la decisione per il futuro (Getty Images)
Ibrahimovic, la decisione per il futuro (Getty Images)

Le vittorie con Roma e Lazio, intervallate da un pareggio raggiunto in extremis con la Spal, hanno motivato il Milan. I rossoneri non hanno mai perso da quando la stagione è ripartita e sono reduci da 4 risultati utili consecutivi in campionato, a cui si aggiunge un pari con la Juventus in Coppa Italia, che però ha condannato la squadra all’eliminazione a causa della differenza reti tra la gara d’andata e di ritorno delle semifinali.

Il gruppo sembra essersi finalmente unito, dopo un inizio di stagione estremamente complesso e che ha portato all’esonero immediato di Giampaolo. L’arrivo di Stefano Pioli ha dato carica e, soprattutto, ha portato risultati. Il Milan occupa attualmente il settimo posto, che vale la qualificazione all’Europa League dato che il Napoli, sesto, l’ha acquisita di diritto con il successo in Coppa Italia. Un traguardo impensabile fino a qualche mese fa e che i rossoneri vogliono addirittura migliorare.

Potrebbe interessarti anche: Lazio-Milan, Pioli: “Ibra fa la differenza. Con la Juve vogliamo giocarcela”

Ibrahimovic e Pioli, la promessa per il finale di stagione

Pioli e Ibrahimovic, la promessa al Milan (Getty Images)
Pioli e Ibrahimovic, la promessa al Milan (Getty Images)

Nelle prossime due giornate il Milan può dimostrare ancora  il proprio stato di forma attuale. Juventus e Napoli dice il calendario, un’occasione per confermare quanto di buono si è visto con Roma e Lazio. E poi c’è quella promessa, fatta da Ibrahimovic e Pioli per il finale di stagione. Il Corriere della Sera riporta di un patto fatto dai due in vista del rush conclusivo di questo campionato.

Sia Pioli, che Ibra, infatti, dovrebbero salutare il club dopo il 2 agosto. Il tecnico emiliano verrà sostituito quasi sicuramente da Ralf Rangnick, mentre l’attaccante potrebbe tornare nella sua Svezia, magari all’Hammarby, club del quale è in parte proprietario. Nonostante il futuro dica che le strade con il Milan si separeranno, sia l’allenatore, che il centravanti, avrebbero promesso alla squadra e alla società di impegnarsi al fine di raggiungere l’Europa, per poi dire addio. Juventus, Napoli, Parma, Bologna, Sassuolo, Atalanta, Sampdoria e Cagliari incroceranno la strada dei rossoneri, per 8 partite che decidono una stagione.

Leggi anche -> Milan, Maldini glissa su Ibrahimovic: “Situazione diversa da Donnarumma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *