Premier League: Manchester Utd e Chelsea in Champions, tutti i verdetti

Ultima, emozionante giornata di Premier League. I verdetti: in Champions Chelsea e Manchester United, che condanna al quinto posto il Leicester. Il Bournemouth retrocede per un punto

Premier League, Leicester-Manchester United
Premier League, Leicester-Manchester United

Chelsea e Manchester United guadagnano gli ultimi due posti per la prossima Champions League. Retrocedono Bournemouth e Watford. Questi i verdetti dell’ultima giornata di Premier League, che segna anche l’addio al calcio inglese di David Silva. Lo spagnolo si congeda con un’ultima illuminante prestazione nel 4-0 del Manchester City al Norwich. Vince anche il Liverpool a Newcastle, i Reds chiudono a 99 punti.

Si complea invece l’harakiri del Leicester, che a Capodanno aveva 14 punti di vantaggio sui Red Devils. La squadra di Rodgers, tra le peggiori dopo il lockdown, si inchina in casa nello scontro diretto. Lo United vince 2-0. Il vantaggio è di Bruno Fernandes su rigore, il 14mo rigore stagionale per i Red Devils. Poi a tempo scaduto Scheichel tenta invano di dribblare Lingaard e gli regala il gol più facile della carriera. Il Manchester United festeggia il 14mo risultato utile consecutivo, serie migliore nella gestione Solskjaer.

Il Chelsea supera 2-0 un Wolverhampton fin troppo distratto. Micidiale l’uno-due nel recupero del primo tempo firmato Mount (gran punizione) e Giroud. I Blues, sempre in top 4 alla fine di ogni giornata da metà ottobre, spengono quasi completamente i sogni europei del Wolves.

La squadra di Espirito Santo ha chiuso la stagione al settimo posto. Ha due possibilità per andare in Europa League la prossima stagione. Vincerla quest’anno o tifare proprio per il Chelsea in FA Cup. Se i Blues dovessero infatti battere l’Arsenal in finale di FA Cup, libererebbe il posto in Europa al Wolves.

Leggi anche – FA Cup: Chelsea in finale contro l’Arsenal, ma che errori di De Gea

Premier League: Tottenham in Europa League, il Bournemouth retrocede

Premier League, la sconfitta del Wolves manda l Tottenham in Europa League
Premier League, la sconfitta del Wolves manda l Tottenham in Europa League

La sconfitta del Wolves ha permesso al Tottenham di Jose Mourinho di centrare il sesto posto, e la certezza di un posto in Europa League. Con il pareggio in casa del Crystal Palace, gli Spurs precedono il Wolves solo per la migliore differenza reti. Dopo il vantaggio di Kane, in gol per la settima volta nelle sue ultime cinque presenza nella giornata conclusiva della stagione in Premier League, pareggia Schlupp con un gol a suo modo storico. E’ infatti il primo realizzato dal Palace contro il Tottenham da gennaio 2016.

Il Watford accarezza la clamorosa rimonta da 0-3 in casa dell’Arsenal che molla nel secondo tempo. Ma non basta ad evitare la retrocessione. L’ex Danny Welbeck diventa il quarto a segnare all’Emirates con tre maglie diverse, ma i Gunners vincono 3-2. Il Watford retrocede in Championships come il Bournemouth che pure supera 3-1 l’Everton di Ancelotti a Goodison Park. Moise Kean, con il secondo gol stagionale, pareggia il vantaggio di King, su rigore; ma prima dell’intervallo Solanke condanna i Toffees alla prima sconfitta interna nella gestione Ancelotti. Il bel gol di Stanislas completa una vittoria che non solleva.

Sorride invece l’Aston Villa che si salva grazie al pareggio in casa del West Ham: Grealish firma un vantaggio preziosissimo con il suo decimo gol in stagione, ma a 5′ dalla fine Yarmolenko riapre tutto con il primo tiro in porta degli Hammers. L’Aston Villa ottiene 10 punti nelle ultime quattro giornate e completa una piccola grande impresa.

Leggi anche – Calciomercato Inter, Skriniar in uscita: pronta l’offerta dalla Premier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *