Fiorentina, Borja Valero il ritorno: “Felice come un bambino”

Fiorentina, Borja Valero. Il ‘Sindaco’ ritorna a Firenze dopo tre anni trascorsi a Milano. Il calciatore è voluto ritornare nella squadra che lo ha portato in Italia. E’ stato appena presentato in conferenza stampa.

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano“. Così diceva Antonello Venditti nella sua “Amici mai”. Probabilmente questa frase è adatta per Borja Valero. Il centrocampista spagnolo è ritornato alla Fiorentina, dove aveva militato per cinque anni, dal 2012 al 2017. Dopo tre stagioni lascia la maglia dell’Inter per ritornare nella squadra dove per i tifosi è tuttora un idolo. Ha scelto la maglia numero 6. Al suo arrivo è stato accolto con grande entusiasmo dai suoi tifosi che gli hanno dedicato anche uno striscione al Franchi.

Ecco le sue dichiarazioni in conferenza stampa durante la sua presentazione: “Sono felice di essere ritornato e di come mi avere riaccolto. Non è stato facile per me lasciare la Fiorentina, ma ora sono di nuovo qui. Ringrazio i nerazzurri che mi ha lasciato ritornare in una città dove sono stato benissimo. Continuerò ad allenarmi come se fossi un bambino, poi se giocherò deciderà il mister. Posso dare una mano ai giovani e posso insegnare loro il mio calcio. Con l’Inter siamo stati molto vicini a conquistare l’Europa League, ma non ci siamo riusciti. Nella mia carriera sono stato molto vicino a vincere qualcosa, ma non si è mai concretizzato“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato, Keita: la Fiorentina ci prova, la richiesta al Monaco

Fiorentina, Borja Valero: “Obiettivo Europa!

Borja Valero (Getty Images)
Borja Valero (Getty Images)

Mi auguro che con questo nuovo gruppo possiamo ritornare in Europa. Se vuoi giocare in questi palcoscenici importanti devi crescere e migliorare. Ruolo? Non è un problema, posso giocare sia da regista che come centrocampista. Mio figlio quando ha saputo che ho firmato per i viola è impazzito di gioia. Ho ricevuto tante proposte, ma volevo ritornare a casa mia. Mi hanno offerto anche più soldi, ma al cuor non si comanda. 

Chiesa? Quando c’ero io era un bambino, ora si vede che è migliorato e può dare una grande mano a questa squadra. Il centrocampo della Fiorentina? E’ di grande qualità. La rosa è ottima, poi se dovesse essere migliorata ancora di più ci penserà il direttore sportivo Pradè“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Fiorentina, Torreira, Milik e Piatek: Pradè fa chiarezza

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *