Juventus-Dinamo Kiev 3-0: Chiesa si sblocca, Ronaldo e Morata da record

Juventus-Dinamo Kiev si è conclusa 3-0 per i bianconeri.  Decisive le reti di Chiesa, Cristiano Ronaldo e Morata 

Termina 3-0 per la Juventus il match con la Dinamo Kiev valido per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League e diretto per la prima volta da un arbitro donna. Bianconeri più propositivi in avvio, con McKennie e Morata vicini alla rete del vantaggio. I ragazzi allenati da Pirlo passano avanti al 21′, con il primo gol con la Vecchia Signora e in Champions di Chiesa. Dieci minuti più tardi Cristiano Ronaldo sfiora il raddoppio colpendo una traversa, mentre al 41′ è la Dinamo ad andare vicina al pari con Tsygankov, il cui tiro viene respinto da Szczesny.

Nella ripresa lo stesso portiere juventino respinge un’altra conclusione del centrocampista ucraino, lasciando poi spazio al dominio bianconero. Al minuto 57, Ronaldo, in tap in, mette a segno la rete numero 750 della propria carriera, avvicinandosi a Pelé. Meno di 10 minuti dopo, Morata chiude la gara con il definitivo 3-0, realizzando il sesto gol in quest’edizione di Champions, lo spagnolo non aveva mai fatto così bene nella competizione europea. La Juve, già qualificata, resta seconda alle spalle del Barcellona, che affronterà la prossima settimana per tentare di ottenere il primato del girone.

Leggi anche -> Champions League, highlights Juventus-Dinamo Kiev: gol e sintesi – Video

Juventus-Dinamo Kiev, il racconto della gara

Juventus-Dinamo Kiev 3-0 (Chiesa 21′, Cristiano Ronaldo 57′, Morata 66′) 

22:50 TERMINA LA PARTITA 

90′ – Tre i minuti di recupero assegnati

90′ – Szczesny respinge su Shaparenko, ottima parata del polacco

89′ – Ritmi blandi in questo finale con la Juventus in totale controllo

84′ – Karavaev sostituisce Mykolenko

83′ – Amministra il pallone la Juve che gestisce la gara con tranquillità

80′ – Giallo per Shaparenko

77′ – Chance per Bernardeschi! Palla tagliente in area, l’esterno d’attacco non riesce a deviare in rete

76′ – Chiesa lascia il posto a Kulusevski

72′ – De Pena, Supriaga e Garmash prendono il posto di Verbic, Rodrigues e Shepelev

69′ – Dragusin prende il posto di Demiral

66′ – GOOOOOOOL DELLA JUVENTUS! McKennie serve Chiesa, che scarica per Alvaro Morata. Lo spagnolo dopo 3 tocchi sigla la terza rete

62′ – Doppia sostituzione per la Juve: entrano Danilo e Bernardeschi per Bonucci e Ramsey

58′ – Il VAR conferma la rete

57′ – GOOOOOOOL DELLA JUVENTUS! Cross dalla destra di Chiesa, Bushchan la respinge su Morata e il pallone schizza sui piedi di Cristiano Ronaldo che segna la rete numero 750 in carriera

57′ – Morata tenta il tiro dalla distanza, ma il pallone termina abbondantemente al lato

55′ – Cristiano Ronaldo calcia di potenza e conquista un calcio d’angolo per la parata centrale di Bushchan

54′ – Chance per la Dinamo! Dagli sviluppi di un corner, Tsygankov tenta un tiro-cross che Szczesny allontana con un ottimo intervento

52′ – Chiesa cerca Ramsey in area, ma il gallese viene murato al momento del tiro

52′ – Ritmi più bassi in questo avvio di ripresa

48′ – Cross a cercare Morata sul secondo palo, il pallone è troppo lungo ma la Juve resta in attacco

46′ – La Juve batte il calcio d’inizio della ripresa

22:02 – INIZIA IL SECONDO TEMPO 

Termina 1-0 per la Juventus la prima frazione di gioco della gara contro la Dinamo Kiev. Bianconeri più pericolosi nella prima metà della gara, con Chiesa, McKennie e Morata che sfiorano il vantaggio, trovando in due circostanze un’ottima risposta di Buschan. Lo stesso portiere è molto meno reattivo sul colpo di testa di Chiesa al 21′, che, su assist di Alex Sandro, segna il suo primo gol con la Juve e in Champions League. Dieci minuti più tardi i bianconeri sfiorano il raddoppio con Cristiano Ronaldo che colpisce la traversa, ma nell’ultima fase del primo tempo sono gli ospiti a premere. Al 41′ l’occasione migliore per gli ucraini, che con Tsygankov si avvicinano alla rete del pari, con una conclusione ravvicinata respinta da un attento Szczesny.

21:46TERMINA IL PRIMO TEMPO 

45′ – Assegnato 1 minuto di recupero

41′ – Occasione Dinamo! Cross dalla destra verso l’area bianconera, De Ligt va a vuoto e il pallone arriva sui piedi di Tsygankov che calcia a botta sicura, ma trova l’ottima respinta di Szczesny in uscita bassa

38′ – La Juventus gestisce il vantaggio senza correre rischi eccessivi

36′ – Contatto rischioso nell’area della Juve. Per l’arbitro Stephanie Frappart non è fallo di Bonucci e si prosegue nonostante le proteste

31′ – Traversa colpita da Ronaldo! Splendida azione della Juventus, con Alex Sandro che, dopo un doppio slalom in area, serve CR7. Il portoghese calcia a botta sicura e trova solamente il legno ad evitargli il 750° gol in carriera

28′ – Ronaldo prova la conclusione ma viene murato dalla difesa avversaria

27′ – Zabarnyi ammonito per un fallo su Morata

25′ – La Dinamo prova a farsi vedere nella metà campo bianconera, ma ogni tentativo, al momento, è ancora poco incisivo

22′ – Resta in attacco la Juve che controlla la gara

21′ – GOOOOOOOL DELLA JUVENTUS! Morata attacca la profondità, scarica sulla sinistra per Alex Sandro che serve uno splendido pallone per Chiesa. L’esterno d’attacco segna il suo primo gol in Champions e con la maglia bianconera

20′ – Rodrigues calcia dalla distanza, pallone di poco alto

19′ – Corner per la Dinamo

18′ – Altra chance per la Juventus! Girata improvvisa di Morata dalla battuta di un corner, ancora Bushchan decisivo

16′ – Occasione per la Juve! Colpo di testa di McKennie dagli sviluppi di calcio d’angolo, bravo Bushchan a respingere

10′ – Ammonito Bentancur per un brutto fallo

8′ – Chiesa pericoloso! Tiro dalla distanza dell’esterno d’attacco, una deviazione fa terminare il pallone di poco al lato

6′ – Controlla il ritmo del gioco la Juve

3′ – Finta di Ronaldo che calcia con il destro senza però trovare lo specchio della porta

2′ – I bianconeri girano palla in questo avvio di match

1′ – La Dinamo dà inizio alla gara

21:00 INIZIA LA PARTITA 

20:57 – Risuona l’inno della Champions

20:56 – I calciatori entrano in campo

20:36 – Il Chief Football Manager della Juventus, Fabio Paratici, ha parlato prima del match: “Stephanie Frappart è molto brava e questo è l’importante”. Il dirigente bianconero ha poi proseguito: “Quando un calciatore viene alla Juve lo fa con entusiasmo, ma giocare qui comporta un carico. I palloni che giochi hanno un peso importante, quindi è normale che nel primo periodo ci sia qualche difficoltà. Pirlo sta migliorando a vista d’occhio”.

20:00 – FORMAZIONE UFFICIALE JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Demiral, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Chiesa, Bentancur, McKennie, Ramsey; Morata, Cristiano Ronaldo.

20:00 – FORMAZIONE UFFICIALE DINAMO KIEV (4-3-3): Bushchan; Kedziora, Zabarnyi, Popov, Mykolenko; Shepeliev, Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov, Verbic, Rodrigues.

Come arrivano Juventus e Dinamo Kiev alla partita

La Juventus di Pirlo è in cerca di continuità e questa sera, contro la Dinamo Kiev, i bianconeri avranno una nuova chance. Conquistata con due turni in anticipo la qualificazione agli ottavi, Cristiano Ronaldo e compagni puntano solamente al primo posto nel girone. Lo dovranno fare dopo un ennesimo passo falso in campionato: un pareggio per 1-1 con il Benevento. In Champions la Vecchia Signora ha ottenuto 3 vittorie e una sconfitta, l’unica fin qui di tutta la stagione, contro il Barcellona.

Per la Dinamo Kiev discorso opposto in campo europeo, con gli uomini di Lucesco fermi ad 1 punto come il Ferencvaros e speranzosi, quantomeno, di conquistare l’accesso all’Europa League. Gli ucraini in campionato sono primi a tre punti di distanza dallo Shakhtar, l’unica squadra che è stata in grado di battere la Dinamo nella Premier League ucraina.

Potrebbe interessarti anche: Juventus-Dinamo Kiev, Pirlo: “No al tridente, Dybala pensi al derby”

I precedenti tra Juventus e Dinamo Kiev

Juventus-Dinamo Kiev, i precedenti della sfida (Getty Images)
Juventus-Dinamo Kiev, i precedenti della sfida (Getty Images)

Si contano 5 sfide in passato tra queste due formazioni e i precedenti sorridono nettamente ai bianconeri, che ne hanno vinte 4. La Dinamo non è mai riuscita a battere la Juve, ottenendo solamente un pareggio nel 1998 per 1-1 ai quarti di finale di Champions. Dal quel momento solo successi juventini: un 4-1 nella gara di ritorno del ’98, un 7-1 complessivo tra andata e ritorno nel 2002 e il 2-0 dello scorso 20 ottobre scorso. Decisiva la doppietta di Alvaro Morata tra  il 46′ e l’84’.

Leggi anche -> Juventus, Ronaldo e Morata non bastano: due nomi in pole per l’attacco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *