Cavani squalificato, dall’Uruguay pesante attacco alla FA: il motivo

Cavani squalificato, dall’Uruguay interviene l’Accademia della Lingua che accusa la Federazione inglese: nell’articolo la nota

Edinson Cavani è stato squalificato dalla Federazione inglese per tre turni dopo la pubblicazione di un post razzista sul suo profilo ufficiale Instagram. Avrebbe risposto, tramite una ‘storia’, con un ‘Gracias negrito‘ ad un suo amico che si era complimentato con lui per la doppietta realizzata contro il Southampton. Un’espressione che non è piaciuta alla Federazione inglese, che ha lavorato su questo caso, decidendo di fermare il ‘Matador‘ per tre giornate. Salterà il derby di mercoledì contro il Manchester City di Pep Guardiola, poi le gare con il Watford e l’Aston Villa in Premier League. Non solo: per il giocatore è arrivata anche una multa di 110mila euro.

Ad intervenire in difesa dell’ex Napoli è stata l’Accademia della Lingua in Uruguay che ha preso le parti del centravanti del Manchester United. Lo ha fatto con una nota sul proprio sito ufficiale, in cui ha evidenziato che: “La frase che ha utilizzato Edinson è solamente scherzosa o in segno di amichevole affetto. Ad esempio ‘negro’ è il diminutivo di ‘negrito’, come ‘gordo’ è ‘gordito’. Anche in Uruguay ci si parla così tra papà e figlio, figuriamoci con gli amici”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cavani squalificato, punito per il post razzista su Instagram: la sanzione

Cavani squalificato, l’Accademia attacca la FA: “Ignoranti

Edinson Cavani (Getty Images)

L’Accademia ha continuato dicendo: “Non era assolutamente intenzione del calciatore offendere qualcuno. Da noi è normale sentire dire parole come ‘gordito’, ‘negri’, ‘negrito’, ma ciò non significa che si stia offendendo una persona grassa o con la pelle scura.

LEGGI ANCHE >>> Manchester United, Cavani convince Solskjaer: le promesse per trattenerlo

Qui stiamo parlando di una grande ingiustizia che ha subito l’atleta e di una profonda ignoranza nell’uso delle lingue (proprio come lo spagnolo)“. Un attacco duro, che però non cambierà l’esito della squalifica inflitta nei confronti dell’attaccante, che potrà consolarsi solo con i risultati del suo Manchester United, primo in classifica in Premier League, a pari punti con il Liverpool, dopo la vittoria di ieri per 2-1 sull’Aston Villa. I Reds aspettano il ritorno del loro “Matador” che, dopo questo stop, tornerà ancora più carico e desideroso di punire gli avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *