Porto-Juve, rigore non dato a Cristiano Ronaldo: il messaggio di Marchisio

Porto-Juve, Marchisio critica la Juve e ringrazia Federico Chiesa. Protesta contro il rigore non assegnato a Cristiano Ronaldo

Porto-Juve, rigore non dato a Cristiano Ronaldo: il messaggio di Marchisio
Porto-Juve, rigore non dato a Cristiano Ronaldo: il messaggio di Marchisio

Claudio Marchisio ha commentato la sconfitta della Juventus in casa del Porto nell’ottavo di finale di Champions League. Il 2-1 tiene i bianconeri in corsa per la qualificazione ai quarti di finale. La squadra di Pirlo ha fallito per il terzo anno consecutivo l’andata degli ottavi in Europa. “Partire sotto di un gol subito è dura” ha ammesso in conferenza stampa Pirlo, che ha lamentato le difficoltà della sua squadra nel tradurre quanto provato e preparato in allenamento.

Nel finale, Cristiano Ronaldo protesta per il fallo in area di Zaidu Sanusi non sanzionato dall’arbitro Del Cerro Grande. La sensazione è che il contatto ci sia anche stato, ma allo stesso tempo il portoghese era già sbilanciato e ha accentuato le conseguenze dell’intervento dell’avversario. L’arbitro non è stato richiamato per rivedere l’episodio al VAR. Sempre molto vicino all’azione, ha infatti giudicato l’episodio nella sua interezza. In questi casi, il giudizio dell’arbitro sull’intensità del contatto rimane definitivo e senza appello.

Leggi anche – Porto-Juventus, Pirlo deluso: “Ci siamo impauriti, non doveva succedere”

Porto-Juve, la critica di Marchisio

Claudio Marchisio, bandiera del centrocampo della Juve, non ha gradito la decisione dell’arbitro di non assegnare il rigore sul portoghese. “Stiamo buoni, ma su Cristiano?” si chiede Marchisio, che si augura di vedere una squadra diversa al ritorno.

Marchisio riconosce che oggi la Juve deve ringraziare solo Federico Chiesa, uno dei migliori in campo. L’ex attaccante della Fiorentina ha promesso che a Torino si vedrà una Juve con ben altro spirito. Chiesa ha ammesso che la Juve ha sbagliato approccio alla partita. La doppia sfida si è messa in salita, ha detto a Sky, ma i bianconeri sono ancora in corsa per i quarti. “Penso che la tensione e la voglia di fare che non c’è stata fin dall’inizio ci ha fatto pagare all’inizio del primo e del secondo tempo” ha detto.

Intanto, sui social network si diffonde l’hashtag #Pirloout con i tifosi che chiedono la testa dell’allenatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *