Messi a Napoli, De Laurentiis spiazza i tifosi: l’annuncio per il 2022

Aurelio De Laurentiis spiazza i tifosi del Napoli con un annuncio incredibile: Lionel Messi nel 2022 allo stadio Maradona.

Lionel Messi
Lionel Messi (LaPresse)

C’è un filo sottile che lega il Napoli e Lionel Messi. E ovviamente quel filo si chiama Diego Armando Maradona. Per anni i tifosi azzurri hanno sperato che l’erede del Pibe de Oro potesse davvero indossare la maglia partenopea, per ripercorrere la stessa carriera di D10S. Ma ovviamente, le cose sono andate diversamente. Mentre Maradona è rimasto davvero per una breve parentesi al Barcellona, Leo ci ha speso una vita e poi ha dovuto lasciare il Camp Nou per il Parco dei Principi.

Ma ben presto, Lionel Messi andrà a giocare allo stadio Maradona di Napoli. L’annuncio di De Laurentiis scalda la piazza.

Leggi anche >>> Pallone d’Oro 2021, Lewandowski o Messi? Il popolo del web non ha dubbi – FOTO

 

Napoli-Argentina al Maradona: la Nazionale di Messi sfida in amichevole gli azzurri

Statua di Maradona
Statua di Maradona (LaPresse)

In occasione dello show per il Pibe de Oro organizzato allo stadio, Aurelio De Laurentiis è stato intervistato da Show de Futbol di America Tv grazie all’invito di Hugo Maradona, il fratello di Diego. In occasione di questa chiacchierata, il presidente del Napoli ha annunciato che sta in contatto con l’ambasciata argentina con sede a Roma per organizzare un’incredibile amichevole di lusso per la prossima primavera.

Si chiamerà The First Maradona cup – ha svelato il patron partenopeo – Stiamo lavorando con l’ambasciata per organizzare una partita tra il Napoli e l’Argentina per il 24 maggio 2022“. Il nome non è affatto casuale. Infatti, già Barcellona e Boca Juniors giocheranno la “Maradona Cup”, ma De Laurentiis ha voluto sottolineare che il primo torneo dedicato a Diego, quello “vero”, si giocherà in Campania.

E così, la Nazionale di Messi potrà giocare a Napoli una gara in memoria dell’ex campione argentino. Si tratterà di una prima storica edizione per celebrare, ancora una volta, Diego Armando Maradona.