Ieri, 13 maggio 2018, la Juventus vince il settimo scudetto di fila in Italia.

Quest’anno la vincitrice ha avuto vita difficile a causa di un Napoli ispirato, da record, con un gioco bellissimo. Ha avuto vita difficile contro un Napoli con tesserati che guadagnano meno di Inter e Milan. Quest’anno lo ha sudato davvero e non c’entrano gli “aiutini” degli arbitri. C’è chi dice che la Juve è stata aiutata da loro, però qualcuno ha dimenticato l’oggettività. La VAR, al primo anno in serie A, può essere solo promossa, checché se ne dica  tutti i team hanno ricevuto almeno un favore e almeno un torto. La VAR ha ridotto, a percentuali altissime, errori che prima era impossibile notare.

Della giornata di ieri ricorderemo spiacevolmente i cori di disprezzo verso Napoli, a Genova, e ricorderemo come una foto strumentalizzata fa passare un concetto sbagliato.

Il giornalista, Pistocchi, mette su Twitter una foto dell’abbraccio tra Allegri e Tagliavento  dimenticando che quest’ultimo era nella sua partita d’addio, ma dimenticando sopratutto che pochi minuti prima lo aveva fatto De Rossi. Veicolare certi messaggi è fomentare gli utenti, le tifoserie, creare un effetto dominio davvero disarmante.

Della giornata di ieri ricorderemo anche il numero di scudetti della Juventus. Chi dice 36, chi dice 34. La Juventus ha vinto 34 scudetto (+2 revocati dopo Calciopoli). Quel che doveva essere straordinario (i 7 scudetti vinti) è passato in secondo piano dopo alcune affermazioni su Twitter:

Sicuramente la Società della Juventus ha dimenticato i 34 e i 36, perché pensa al 7, ai 7 scudetti consecutivi, ai 7 scudetti vinti con 4 coppe italia consecutive e 2 finali di Champions in 4 anni.

Quindi complimenti alla Juventus, complimenti al cammino del Napoli, complimenti alla sorpresa Roma in Champions. Complimenti a tutti quelli che si sono battagliati.

Ieri si è scritta una storia di 7 scudetti che a,l netto di tutto, rappresenta un record davvero mostruoso da eguagliare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here