Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019

Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019
Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019

Il Pallone d’Oro a Leo Messi ha creato divisioni, acceso critiche, scatenato i difensori dell’argentino e gli accusatori della formula. Messi però rimane uno dei calciatori simbolo del 2019. Ne abbiamo scelti dieci per raccontare un grande anno di calcio.

Messi

Secondo il CIES, Messi è il giocatore dell’anno. L’Osservstorio del calcio ha infatti elaborato un indice statistico (l’InStat Performance Index) per giudicare i giocatori nell’anno solare 2019. L’algoritmo che considera una serie di parametri (come il contributo del singolo giocatore ai successi della squadra, il “peso” delle sue giocate, il livello dell’avversario e del campionato in cui gioca) coincide con il voto dei giornalisti per cui l’argentino ha vinto per la sesta volta il Pallone d’oro. Non solo. Nell’anno solare, è stato il miglior marcatore d’Europa e della Champions League, ha toccato le 50 reti tra club e nazionale per il nono anno negli ultimi dieci. A suo modo, rimane totalmente unico.

Van Dijk

Il Liverpool è diventata una macchina offensiva perfetta. Per riuscirci non servono solo dei grandi attaccanti come il trio Salah-Firmino-Mané. Servono grandi difensori. E il Liverpool ha, semplicemente, il miglior centrale del mondo: Virgil Van Dijk. Calmo, sicuro palla al piede, nei recuperi, di testa, è stato eletto miglior giocatore dell’ultima Premier League e calciatore Uefa dell’anno. Solo Messi l’ha superato nella corsa al Pallone d’Oro.

Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019
Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019

Mbappé

A 21 anni, Mbappé ha vinto una Coppa del Mondo, tre campionati e segnato 100 gol da professionista. Ha raggiunto la terza cifra a 20 anni e 356 giorni, molto più velocemente di Messi (22 anni, 6 mesi e 23 giorni) e Cristiano Ronaldo (23 anni, 3 mesi, 6 giorni).
E’ diventato il giocatore con più gol in Champions League prima del 21mo anno, 19, scavalcando Karim Benzema, dopo essere stato il più precoce dopo Pelé a segno in una finale mondiale. Figlio di sportivi, è un predestinato. “Diventerà uno dei più grandi di sempre” ha detto Eden Hazard. Mbappé vuole riuscirci e in fretta.

Sterling

Nel 2019 Raheem Sterling ha segnato quattro triplette, per il Manchester City e per la nazionale. Il 2018-19 si è rivelata la sua stagione migliore, e quest’anno ha già raggiunto le 15 reti. E’ il giocatore a cui il Manchester City si affida quando le cose non vanno, anche se nell’ultima partita contro il Wolverhampton gli è arrivata addosso una fiaschetta per un rigore due volte sbagliato. La lite in nazionale con Joe Gomez è il punto più basso di una grande annata. Secondo il sito specializzato Transfermarkt, oggi il suo valore di mercato è salito a 160 milioni, il più alto della Premier League.

Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019
Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019

Alexander-Arnold

Sempre a proposito di valori di mercato, Alexander-Arnold è il difensore con la valutazione più alta dal 2004: 110 milioni, secondo lo stesso sito. A 21 anni, ha completamente ridefinito il ruolo di terzino. Ha chiuso la scorsa stagione con sei assist nelle ultime sei partite, ha battuto l’angolo per il gol di Origi che ha completato la rimonta sul Barcellona in semifinale di Champions, nella partita più iconica dell’anno. E ha saltato il primo minuto dell’anno solare in Premier League solo il 4 dicembre. Fondamentale.

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo è stato per la quarta volta in sette anni il miglior marcatore dell’anno nelle competizioni UEFA. Ha segnato 21 gol: sette in Champions League con la Juventus, 14 complessivi col Portogallo nelle qualificazioni europee e la Nations League, che ha conquistato insieme alla Serie A, di cui è stato eletto miglior giocatore. Restano la delusione per l’eliminazione del 2019 in Europa contro l’Ajax e l’insoddisfazione di quest’anno per la Supercoppa persa, oltre alle incomprensioni con Sarri. Ma CR7 rimane comunque un protagonista dell’anno 2019.

Immobile

In Serie A, però, c’è chi ha segnato anche più di Cristiano Ronaldo nell’anno solare. Il bomber italiano per eccellenza è Ciro Immobile, che ha superato i 100 gol con la maglia della Lazio. Come riporta Calciatori Panini, il bomber della Lazio è il capocannoniere della A nel 2019 davanti a Cristiano Ronaldo, Quagliarella e Duvan Zapata. Un rendimento che l’ha portato anche tra i migliori 100 calciatori del mondo per il 2019 secondo la lista compilata dal Guardian.

Lewandowski

Nessuno, però, in tutto il 2019, ha segnato quanto Robert Lewandowski in Europa. L’attaccante polacco ha realizzato 54 gol totali in 58 partite fra quelle giocate con il Bayern Monaco e la sua nazionale. Memorabile il poker contro la Stella Rossa: è diventato il primo giocatore a segnare quattro gol per due volte in Champions con due maglie diverse (l’altra nel 2013, in Dortmund-Real). Le quattro reti sono arrivate tutte nel giro di 14 minuti, tra il 53′ e il 67′: un record di velocità per la Champions League. “Fare gol è un’ossessione” ha scritto su Twitter. Smentirlo è impossibile.

Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019
Da Messi a De Ligt, i 10 calciatori simbolo del 2019

De Jong

A 22 anni, Frenkie De Jong è il centrocampista che il Barcellona vede come il primo tassello per costruire la squadra del futuro. Quest’anno, si è alternato in tutte le posizioni del centrocampo a tre di Valverde e il suo adattamento non è ancora completo. In alcuni momenti, però, si è visto il regista svelto di pensiero, benedetto da visione, carattere e presenza fisica per cui i blaugrana hanno rinnovato il tradizionale feeling con l’Olanda e il calcio totale.

De Ligt

Ci sono molti modi per restare nella memoria. Matthijs De Ligt, protagonista con l’Ajax di una semifinale di Champions League che definire inattesa è dir poco, si è portato addosso alla Juventus il peso di essere il difensore più pagato al mondo. Ha citato come modelli Baresi, Nesta, Cannavaro e Scirea. Di strada ce n’è ancora tanta, e lo sa. Ma forse quel che cercano i tifosi della Juve in fondo c’è.

Leggi anche – I goleador più prolifici del 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *