Manchester City, Guardiola: la previsione di ESPN. Il futuro resta un rebus

Manchester City, Guardiola: la previsione di Espn sul suo futuro
Manchester City, Guardiola: la previsione di Espn sul suo futuro

La notizia arrivata sul futuro del Manchester City ha scosso il calcio inglese ed europeo. Due anni fuori dalle competizioni internazionali per violazione del Fair Play Finanziario. Anche se la sentenza non è del tutto definitiva (ci sarà ricorso al TAS, il tribunale sportivo di Losanna) l’esclusione del Manchester City dalla Champions League provoca scossoni enormi, non solo in Inghilterra.

Manchester City, le prime indiscrezioni sul futuro di Guardiola

Tra le prime conseguenze c’è il futuro dell’allenatore Pep Guardiola, tra i migliori al mondo e fiore all’occhiello della squadra inglese. Subito dopo la sentenza, in molti hanno dato per scontato l’addio dell’allenatore spagnolo, che al di là dei costi enormi difficili da sostenere senza l’Europa, non accetterebbe di allenare una squadra senza Champions League. D’altronde lo ha detto lui stesso tempo fa. Eppure, l’emittente ESPN si è messa al lavoro per capire quale fosse stata la prima reazione dell’ex tecnico del Barcellona. Secondo le prime sensazioni raccolte Guardiola mantiene un profilo basso in aspetta di sviluppi, non escludendo di poter rimanere alla guida della sua squadra.

Scenari panchine

Eppure, gli indizi per un addio dell’allenatore sono molti, con la Juventus in prima linea per ingaggiarlo. C’è in ballo una parola data al presidente Andrea Agnelli la scorsa estate. Ci sono anche le ipotesi sui ritorni al Bayern Monaco, oppure il più suggestivo al Barcellona. Resta aperta la possibilità di cambiare ancora, scegliendo Parigi e il PSG. Destinazione gradita anche alla famiglia del tecnico catalano.

Leggi anche – Guardiola, senza Champions addio City: la Juve spera, le possibili contendenti

Leggi anche – Manchester City fuori dalle Coppe Europee per due stagioni: la sentenza Uefa

Leggi anche – Messi accostato al Manchester City, Guardiola lo allontana: “Spero resti nel Barcellona”