Nuovo DPCM: possibile stop calcio dilettanti, la proposta in discussione

Il Premier Giuseppe Conte, nelle prossime ore, dovrebbe sciogliere la riserva sul nuovo DPCM. Possibile stretta al comparto dilettantistico. Le misure in discussione.

Il Premier Giuseppe Conte è al lavoro sul nuovo DPCM che modificherà ulteriormente la routine degli italiani per cercare di arginare i contagi da COVID-19. Una stretta era nell’aria, visti i poco incoraggianti dati della pandemia, e potrebbe arrivare in tarda serata o al più tardi nella giornata di domani. C’è bisogno di contenere i contagi nello Stivale, per questo sono previste diverse restrizioni in ogni settore.

Leggi anche – Reggiana, focolaio Covid-19: 16 positivi, undici sono calciatori

Nuovo DPCM: calcio dilettantistico in discussione, la proposta

Nuovo DPCM, possibile stop calcio dilettanti (Getty Images)
Nuovo DPCM, possibile stop calcio dilettanti (Getty Images)

Cambia ulteriormente anche lo sport, nella bozza che circola recentemente sembra che possa esserci la chiusura momentanea di palestre, piscine e comprensori sciistici. Conte, sul tema, si era preso qualche giorno – sette precisamente – per decidere cosa fare. Le prime ipotesi farebbero propendere per una nuova chiusura che dovrebbe riguardare anche tutto lo sport dilettantistico e amatoriale (persino a livello scolastico), potrebbero quindi essere escluse le competizioni a livello nazionale. Pronte a proseguire, dunque, Serie D, Serie C, Serie B e Serie A.

Si continuerebbe così a giocare, ma senza il pubblico allo stadio: divieto di ingresso, dunque, anche ai mille tifosi per impianto sinora autorizzati. Passo indietro necessario e sofferto, ma che potrebbe agevolare il contenimento del virus. Naturalmente siamo sul piano delle ipotesi, non c’è ancora una versione ufficiale. Tutti i dubbi e le riserve dovrebbero, comunque, essere sciolte dal Presidente del Consiglio a stretto giro per avere un quadro più chiaro della situazione.

Leggi anche – Lapo Elkann attacca Salvini sul Covid: il post su Twitter 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *