Fantacalcio 16.a giornata Serie A, i consigli su chi schierare: la formazione

Fantacalcio, i consigli sulla formazione da schierare per la 16.a giornata di campionato. Spicca il big match Milan-Juventus

Torna in campo la Serie A, e come ogni turno infrasettimanale, di fronte alle ipotesi di turnover, i dubbi sulla formazione da schierare al Fantacalcio aumentano. La sedicesima giornata si apre con Cagliari-Benevento, e sarà una sfida cruciale per i sardi dopo la sconfitta contro il Cagliari.

Tra le sfide di cartello anche Lazio-Fiorentina e Sampdoria-Inter che fanno da preludio al posticipo Milan-Juventus che conclude la giornata. Iniziamo, come di consueto, i nostri consigli dai portieri per poi scorrere le scelte top e le possibili sorprese ruolo per ruolo.

Portieri, i portieri da schierare al Fantacalcio

Tra i portieri, si può puntare con fiducia su Gollini dell’Atalanta. Il 5-1 contro il Sassuolo ha confermato la solidità della squadra di Gasperini nelle due fasi. In più, di fronte c’è il Parma di un sempre più pericolante Liverani. Gollini, dopo l’infortunio, ha una Fantamedia di 6.07 e ha chiuso due partite senza subire gol. Due indizi fanno una prova.

Nella lista delle possibili prime scelte anche Meret o Ospina del Napoli, impegnato in casa contro lo Spezia. Chi li ha entrambi può schierare il primo titolare e il secondo in panchina. Al momento, Meret appare leggermente favorito.

L’andamento recente spinge anche a riconoscere un posto da titolare a Musso dell’Udinese che sfida al Dall’Ara il Bologna con una tradizione da mantenere: i bianconeri infatti non hanno incassato reti in cinque delle ultime sette trasferte di Serie A contro squadre emiliane.

Infine, anche su Pau Lopez si può puntare. La Roma sfida il Crotone con cui, nelle quattro precedenti sfide in A, ha sempre vinto senza mai subire reti. I giallorossi sono infatti l’unica squadra a cui i calabresi non abbiano segnato nel massimo campionato.

Leggi anche – Llorente alla Juventus, club di Serie A insidia i bianconeri: le ultime

I difensori da inserire in formazione

Theo Hernandez tra i difensori da inserire in formazione
Theo Hernandez tra i difensori da inserire in formazione

Nell’elenco dei difensori più indicati nella formazione titolare per la sedicesima giornata, i primi due nomi sono abbastanza scontati. Da un lato Achraf Hakimi, l’esterno più in forma del campionato, indicato anche per la modalità Mantra. Dall’altro Theo Hernandez, che rientra dal big match per sfidare la Juventus e sfruttare gli spazi possibili sugli esterni. Con una Fantamedia di 8,29, rinunciare al francese è impossibile.

La sfida contro lo Spezia, che pure vanta la sorpresa Nzola, può spingere anche a scegliere un centrale come Manolas non tanto per i bonus quanto per far salire l’eventuale modificatore difesa.

Da tenere in considerazione anche Milenkovic della Fiorentina, impegnata contro la Lazio. Certo, c’è la sfida contro Immobile, ma la difesa viola non ha subito gol nelle ultime due partite ed è anche merito del suo rendimento costante. E poi, ha anche segnato due reti.

Leggi anche – Milan, Calanoglu e Donnarumma: novità sul rinnovo, le ultime

I centrocampisti da scegliere al Fantacalcio

A centrocampo, Bologna-Udinese accende una sfida a distanza che stimola i Fantallenatori. Si tratta del confronto tra Soriano e De Paul. L’ex Sampdoria ha conquistato Mihajlovic, che l’ha avvicinato agli ultimi trenta metri e gli ha consentito così di essere al centro del gioco. Determinante per passaggi chiave e azioni create, ha toccato in campionato 740 palloni, realizzato sei reti, servito due assist e mantenuto una Fantamedia di 7,43. L’oggetto del desiderio delle big di serie A ha una Fantamedia leggermente inferiore, ma è determinante nell’Udinese sia per duelli vinti (109) sia per occasioni create (35).

Leggi anche – De Paul, perché può fare la differenza nell’Inter di Conte: i numeri

Due le possibili scelte destinate a ripagare i Fantallenatori anche nel centrocampo della Roma: Lorenzo Pellegrini, capace di 21 dribbling complessivi, due gol e due assist; e Henrikh Mkhitaryan, uno dei migliori centrocampisti del campionato.

Difficile sacrificare Zaccagni dopo la rovesciata contro lo Spezia, o Milinkovic-Savic della Lazio, sempre fonte di potenziali bonus. Può essere un rischio maggiore Kessie. In assenza di Ibrahimovic, è rigorista designato e a Benevento dal dischetto ha avviato la 17ma partita consecutiva con almeno due gol all’attivo per il Milan. Ma tutto questo va bilanciato con la possibilità di cartellini in una partita che si giocherà a ritmi alti.

Gli attaccanti a cui dare fiducia

Inter, Lautaro tra gli attaccanti a cui dare fiducia
Inter, Lautaro tra gli attaccanti a cui dare fiducia

In attacco, Cristiano Ronaldo rimane in pole position. Il portoghese ha superato il record di Pelé, i big match sono la sua specialità. Inoltre, ha segnato finora il 64% dei suoi gol in trasferta. E’ la sua percentuale più alta in una singola stagione da quando milita nei cinque maggiori campionati europei.

Nell’altra metà del cielo calcistico di Torino, la gemma è Belotti. I granata faticano, lui però vola con un bilancio di nove gol e quattro assist. Stesso bottino di Joao Pedro, l’uomo a cui si affida Di Francesco per tirare su il Cagliari e magari salvare la panchina.

Leggi anche – Ibrahimovic salta Milan-Juventus: lo svedese non recupera dall’infortunio

Senza Lukaku, a Genova l’Inter affiderà l’attacco a Lautaro, e sul Toro, dopo tre gol “e mezzo” contro il Crotone si continua a puntare al Fantacalcio. Se dovesse segnare anche alla Samp, l’Inter avrebbe due giocatori in doppia cifra di gol dopo 16 gare stagionali di Serie A per la prima volta dal 1958/59 (Angelillo e Firmani).

Come possibili scommesse, considerato l’andamento recente, si può guardare alla coppia Destro-Shomurodov. L’ex attaccante della Roma e del Bologna ha realizzato quattro delle ultime cinque reti del Genoa nella competizione.

Infine, c’è Muriel. Il colombiano dell’Atalanta è il giocatore con la miglior media gol con un singolo tecnico in Serie A da quando la vittoria vale tre punti. Con Gasperini, infatti, segna una rete ogni 63 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *